Le peggiori trade “lose-lose” nella storia della NBA moderna

Questi sono alcuni tra gli scambi peggiori effettuati negli ultimi quattro decenni che hanno avuto esiti negativi per tutte le squadre coinvolte

Anni ’80

La Trade: il 6 Settembre 1985 i Los Angeles Clippers cedono Bill Walton ai Boston Celtics in cambio di Cedric Maxwell e una scelta al primo giro del draft 1986.

Il trasferimento di Walton dai Clippers ai Celtics nel 1985 avvenne lontano dalle luci della ribalta, ma la storia di come si materializzò rimane memorabile.

Walton aveva quasi 33 anni e aveva già saltato tre stagioni intere martoriato dagli infortuni al piede. Il suo fisico cominciò a cedere dopo le annate da All-star con i Portland Trail Blazers. Con i Clippers Walton risultò comunque produttivo (11,9 punti, 9 rimbalzi, 2,3 stoppate a partita) quelle volte in cui riuscì a scendere in campo.

Il futuro Hall of Famer aveva un desiderio così grande di giocare a Boston, che chiamò di persona il presidente dei Celtics Red Auerbach per convincerlo ad intavolare una trattativa con il proprietario dei Clippers, Donald Sterling.

Sebbene l’affare alla fine andò in porto, Walton doveva comunque superare le visite mediche dopo aver collezionato infortuni su infortuni per anni. Una grande incognita, così come riferito dal lungo ad Adrian Wojnarowski, che all’epoca lavorava per Yahoo (fonte Henry McKenna di Boston.com):

E così arrivai ai Boston Celtics, e il problema più grande era che ancora dovevo superare le visite mediche, perchè era chiaro che non ci sarei mai riuscito. Ma a un certo punto Red Auerbach si presenta all’ospedale. E tutti i medici stanno fissando le mie radiografie. Li potevo sentire parlare. Avevo appena mollato tutto in California, e stavo venendo qui, mi stavo trasferendo a Boston senza avere la più pallida idea di come sarebbe andata a finire tutta questa storia. E così potevo sentire i medici ragionare tra di loro: ‘Che cosa diciamo a Red? Non possiamo far passare questo ragazzo. Guarda i suoi piedi. Guarda le sue ginocchia. Guarda le mani e i polsi. Guarda quella colonna vertebrale. Guarda la sua faccia. Ma non se ne parla proprio di far passare questo ragazzo.’

Auerbach ignorò lo staff medico della squadra e nonostante tutto approvò lo scambio.

Walton avrebbe poi giocato solo 90 partite di regular-season nei successivi tre anni, totalizzando 7 punti e 6,4 rimbalzi di media. Nonostante fosse il centro di riserva dei Celtics campioni nella stagione 1985-86, Walton era lontano dalla sua versione migliore e si ritirò dopo aver giocato la sua ultima partita nel 1987.

Per quanto riguarda i Clippers, Maxwell, MVP delle Finals nel 1981, durò solo un anno e mezzo prima di essere ceduto agli Houston Rockets nel 1987 in cambio di scelte al draft.

La scelta ottenuta da Los Angeles in cambio di Walton si sarebbe rivelata essere Arvydas Sabonis, il quale avrebbe reso i Clippers vincitori di questa trattativa se questi ultimi non avessero ceduto la scelta ai Portland Trail Blazers appena quattro mesi più tardi.

Continua a leggere: Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5

Fonte: Bleacher Report.

Commenta