Le 10 cose da sapere (e che forse non sapevate) della prima giornata di Serie A2 Old Wild West

Le 10 cose da sapere (e che forse non sapevate) della prima giornata di Serie A2 Old Wild West

I temi della prima giornata del campionato cadetto, tra prestazioni degne di nota e statistiche particolari

1 – CENTRI DI GRAVITA’ – L’Mvp italiano della prima giornata? Firmiamo per un ex-aequo, entrambi centri. Tommaso Guariglia (1997, 2.05, nella foto), 25 punti in soli 21 minuti, con 10/13 dal campo 6 rimbalzi e 3 assist, per 26 di valutazione nella vittoria della Reale Mutua Torino su Roma. E Mitch Poletti (1988, 2.05) 31+9 e 28 di valutazione in quella di HDL Nardò su Chiusi.

2 – NEL NOME DEL PADRE – Un debutto da ricordare in A2 per Giacomo Dell’Agnello (1994, 1.98, ala). Dopo diversi anni da protagonista in B, ha trascinato la sua Gesteco Cividale al successo contro Chieti, con una prova da 20 punti, 6 rimbalzi e 4 assist in 29 minuti. I friulani sono stati l’unica neopromossa, tra le quattro vincitrici dell’ultima Serie B, ad imporsi nella prima giornata.

3 – LA PESCA USA DI RIETI – Tra gli Usa in evidenza all’esordio, spicca la prova della coppia della Kienergia Rieti nel successo sulla Ju.Vi. Cremona: Jordan Geist e Darryl Tucker, entrambi alla prima esperienza italiana. Geist (1997, 1.88, guardia) proveniente dal massimo campionato tedesco (Heidelberg), ha chiuso con 25 punti, 6 rimbalzi e 3 assist in 29 minuti. Per Tucker (1995, 2.01, ala) dagli estoni del Rapla, una doppia-doppia da 19 punti e 10 rimbalzi in 31 minuti, con 5 recuperi. La NPC aveva inseguito prima Ty Sabin e poi Donovan Jackson. Ma evidentemente la lista era ugualmente ricca di qualità…

4 – 2003 D’ASSALTO – Da sottolineare le prove di un paio di 2003: Nicola Berdini (1.85, play), nella vittoria esterna dell’Acqua S.Bernardo Cantù nel derby sull’Urania Milano. Di proprietà della Reyer Venezia, ha chiuso con 13 punti in 18 minuti, con 3 rimbalzi e 5 falli subiti. Quinn Ellis (1.84, play, Novipiù, in prestito da Trento) ha avuto 11 punti, 9 assist e 19 di valutazione in 32’ contro Latina.

5 – VANOLI E LA ZONA CESARINI – I canestri decisivi? Rivolgersi in casa Vanoli Cremona. Di Trevor Lacey, ad un secondo dal termine del supplementare, la tripla della vittoria sull’Assigeco Piacenza. Ma non ci sarebbe stata se Jalen Cannon non avesse siglato la parità a quota 78-78 a -3”6 dalla sirena dei regolamentari.

6 – LA SUPERCOPPA PREPARA – Debutto vincente per tutte le squadre che hanno preso parte alla Final Four di Supercoppa. Unica sconfitta Roseto, ma era inevitabile nello scontro diretto con Sant’Antimo, rispettivamente finalista e semifinalista del tabellone della Serie B.

7 – UDINE E PISTOIA RICOMINCIANO DAL 2021 – Nel confronto con la prima giornata dello scorso campionato, sono state Old Wild West Udine e Giorgio Tesi Group Pistoia le uniche a replicare il successo in trasferta. Il debutto è stato vincente, come un anno fa, anche per Nardò, Forlì, Trapani e Torino. Ed è rimasto amaro per Chieti, UCC Piacenza e Ferrara, unica questa ad essere sconfitta nuovamente in casa.

8 – CARVER L’ASPIRARIMBALZI – Attenzione alla candidatura di Aaron Carver (1996, 2.01, centro) quale “Signore degli anelli”: per il centro della Novipiù, 18 rimbalzi in 34’ nella vittoria sulla Benacquista Latina. Per una prima doppia-doppia, aggiungendo i 10 punti, ed il sentore che non resterà l’unica della sua stagione.

9 – LA… PENNA SCRIVE 15 – Al rientro dopo il grave infortunio dello scorso anno a Verona (novembre, crociato ginocchio destro), merita una nota la bella partita di Lorenzo Penna (1998, 1.80), da 15 punti, 5 assist e 23 di valutazione in 25’ sul parquet nel successo di Forlì su Mantova. Abbinando la prestazione di Fabio Valentini (1999, 1.85), l’Unieuro ha avuto 29 punti dalla sua coppia di playmaker (pari al 37% dei punti complessivi).

10 – L’ARCHIE…RITORNO DELL’ANNO – Ad indirizzare con decisione il successo della Tramec sulla Fortitudo è stata la scarica di quattro triple di Dominique Archie. La sequenza: a 28’01” per il 48-54, a 33’07 per il 57-57, a 34’51” per il 60-60, a 35’27” per il 63-60. Per un totale di 12 punti in 7’26”. Cento era scivolata a -9, per infilare nel frangente un parziale complessivo di 25-9. Archie (1987, 2.01, ala) aveva lasciato il campionato italiano nel 2014.

Commenta