Brindisi piegata a Cremona nel finale punto a punto

Brindisi piegata a Cremona nel finale punto a punto

Partita equilibrata e combattuta, sottomano fallito clamorosamente nel finale da Harrison

Vanoli Cremona – Happy Casa Brindisi: 96-94

CREMONA – Seconda sconfitta consecutiva dopo l’exploit di Milano, per la Happy Casa Brindisi a Cremona. I pugliesi hanno avuto un contributo di soli due punti dagli uomini della panchina, e contributo offensivo da Harrison limitatamente alla seconda frazione di gioco: peraltro, la guardia americana ha clamorosamente fallito l’appoggio del pareggio ad una manciata di secondi dalla sirena finale.

Contro la difesa a zona schierata già dalle prime battute di gioco, e a lungo nel corso della partita, la Happy Casa ha sfruttato malamente gli spazi sull’arco dei tre punti (10/30).

Meglio la Vanoli, nel tiro dalla lunga distanza: gli esterni si sono avvicendati a canestro, coprendo l’intera durata dell’incontro, per mezzo di una staffetta iniziata dalla micidiale striscia di Mian, arrivando ai 16 punti di Hommes nel solo terzo quarto, fino agli ultimi canestri decisivi di T.J. Williams nel finale, ma passando attraverso le realizzazioni importanti di Palmi e Cournooh.

PRIMO QUARTO

Al secondo minuto di gioco, il punteggio dice Mian-Brindisi 8-2. Coach Vitucci non gradisce e richiama i suoi a bordo campo.

Dalla ripresa delle operazioni, la Vanoli non segna più, ignorando il lanciatissimo Mian, in più occasioni libero per un tiro aperto; il parziale all’uscita dal time-out è di 0-17, per il 10-19 del minuto 7, che anche il time-out chiamato da coach Galbiati non è riuscito ad arginare.

Dopo cinque minuti di stop, la Vanoli torna a segnare, ma non in misura maggiore rispetto agli avversari.

Perkins è un problema irrisolvibile per l’organico a disposizione di coach Galbiati; 12+5 per il centro ospite.

Il decimo punto di Mian dalla lunetta e sulla sirena, fissa il parziale della prima sirena: 21-29.

SECONDO QUARTO

Coach Vitucci gioca i primi cinque minuti del secondo quarto con le seconde linee, mantenendo invariato il margine di vantaggio.

La difesa 2-3 dei padroni di casa ha buon gioco contro la scarsa vena al tiro dall’arco della formazione ospite.

Tra il 15’ ed il 17’, parziale 10-0 Vanoli, ripartiti tra Mian e Palmi. Vanoli di nuovo in vantaggio 43-41; coach Vitucci corre ai ripari, reinserendo Perkins.

La palla accidentalmente consegnata da Poeta a Thompson, propizia il pareggio ospite sulla sirena a quota 45.

TERZO QUARTO

La Vanoli resiste alla Happy Casa per i primi minuti della ripresa; Hommes realizza 4/4 dall’arco per il nuovo vantaggio Vanoli. 63-58 al 16’.

Bell e Thompson sono una sentenza; e dopo il ritorno al canestro di Hommes, si assiste pure al ritorno di Harrison. Sale il livello tecnico: 72-72 al 28’.

Giunge il ritorno anche del terzo realizzatore, non pervenuto nel primo tempo; trattasi di T.J. Williams, autore del canestro del vantaggio con cui la Vanoli chiude il terzo quarto: 75-74.

ULTIMO QUARTO

Ennesimo alley-oop schiacciato da Lee.

Si prosegue punto a punto fino al 34’; poi due triple di Harrison (la seconda da fermo e da otto metri), determinano un mini strappo di marca ospite per il 82-86.

La Vanoli recupera; Brindisi si affida prevalentemente alle conclusioni da sotto di Perkins, sempre immarcabile per la Vanoli.

Inizia l’ultimo minuto sul 94-93.

Ricezione offensiva imperfetta di Hommes, che sul ribaltamento commette il quinto fallo.

Tiro libero del pareggio di Perkins: 94-94 a 30’’ dalla sirena.

Fallo subìto da T.J. Williams: 2/2 dalla lunetta, 96-94 a 20’’ dalla sirena.

Harrison fallisce clamorosamente il sottomano del pareggio, appoggiando il pallone al ferro, e consegnando la vittoria alla Vanoli: 96-94.

Commenta