Il Chacho è un cecchino: l’Olimpia Milano riprende Cantù dopo il grande avvio di Smith

Ciamillo-Castoria
Ciamillo-Castoria

71-89 il finale

L’Olimpia Milano si prende il 171esimo derby con Cantù e trova l’ottava vittoria in otto gare di LBA, 16 su 16 tra i confini nazionali. Gara che dura di fatto un tempo dopo l’ottimo approccio della squadra di Cesare Pancotto, che ha il merito di non mollare.

Ospiti che, dopo lo stop per quarantena, si presentano senza Roll e Tarczewski oltre all’infortunato Delaney, decisivo un Chacho straripante dall’arco. 71-89 il finale

PRIMO QUARTO
Cantù parte con 17 punti quasi in sequenza, ed Ettore Messina deve chiamare due timeout. 24-20 a fine primo quarto, 8 di Jaime Smith, 4/6 per Cantù da 3. Olimpia che ne ha 6 da Hines dopo un parziale di 14-7.

SECONDO QUARTO

Milano trova il primo vantaggio in avvio con due triple del Chacho, ma Cantù c’è. 44-43 a fine primo tempo, padroni di casa che hanno 9 punti da Smith e Johnson, e un bel 16-11 a rimbalzo oltre agli 8 rimbalzi e 5 assist di un Leunen cattedratico. Per Milano 15 del Chacho.

TERZO QUARTO

Arriva il parziale Olimpia, 30-14nel terzo quarto che dice 58-73 dopo 30′. 18 di Smith per Cantù, per Milano 21 del Chacho che aveva toccato il 7/8 dall’arco.

QUARTO QUARTO

Gara che prende il suo corso, da segnalare lo stop di Kevin Punter in casa Olimpia Milano, con il giocatore che esce dopo un movimento difensivo. Il numero 0, al rientro, resta in panchina, pur senza trattamenti da parte dei medici del club. Cantù si è fermata all’avvio di Smith e alle giocate di Johnson, mai in partita Thomas.

Commenta