LBA, le disposizioni per i media per le gare di Serie A a porte chiuse

LBA, le disposizioni per i media per le gare di Serie A a porte chiuse

Sarà consentito l’accesso a un massimo di 20 rappresentanti a partita, purché iscritti all’Albo Nazionale dei Giornalisti.

In occasione delle prossime gare di Serie A che si disputeranno a porte chiuse, in conformità con la disposizione della Federazione Italiana Pallacanestro che tiene conto delle norme previste dal decreto governativo del 4 marzo 2020, potranno accedere all’impianto di gara i seguenti operatori media, rispettando tutte le prescrizioni pervenute dalle Autorità di pubblica sicurezza e sanitarie:
Sino ad un massimo di 20 rappresentanti (1 per testata) di testate giornalistiche nazionali e/o locali, purchè iscritti all’Albo Nazionale dei Giornalisti (in questo elenco sarà previsto un numero massimo di 2 fotografi). Le richieste di accredito dovranno essere inviate all’Ufficio Stampa della Lega Basket (m.bezzecchi@legabasket.it) che le vaglierà, in accordo con gli uffici stampa dei club interessati, osservando le seguenti tempistiche.

Per le gare di sabato 7 marzo entro le ore 15 di venerdì 6 marzo

Per le gare di domenica 8 marzo entro le ore 15 di sabato 7 marzo

Per le gare successive che si disputeranno a porte chiuse le richieste di accredito dovranno pervenire alla Lega Basket entro 48 ore prima dell’inizio di ogni incontro.

Potrà inoltre essere ammesso all’evento il personale dei broadcasters titolari dei diritti audiovisivi del campionato essenziale alla trasmissione dell’Evento (ad es. operatori, producer e commentatori) e un addetto per testata delle emittenti televisive e radiofoniche ufficiali dei club coinvolti. Non saranno permesse le interviste in mixed zone e non vi sarà la consueta conferenza stampa di fine gara.

Resta facoltà di ogni singolo club di porre in atto ulteriori restrizioni, alla luce della straordinarietà della situazione sanitaria.

Commenta