Venezia batte la Fortitudo Bologna trascinata dal solito eccellente Tonut

Venezia batte la Fortitudo Bologna trascinata dal solito eccellente Tonut

La Reyer Venezia supera la Fortitudo Bologna per 92-76. Mvp della partita è Stefano Tonut autore di 26 punti con 9/19 dal campo a cui aggiunge 6 rimbalzi e 5 falli subiti per una valutazione di 22

Al Taliercio l’Umana Reyer Venezia supera con il punteggio di 92-76 la Fortitudo Lavoropiù Bologna al termine di una partita equilibrata per 18 minuti fino al 38 pari; poi la squadra di casa grazie al maggior talento e alla profondità di roster prende il comando delle operazioni e vince agevolmente. Il migliore in campo è ancora una volta Stefano Tonut autore di 26 punti a cui aggiunge 6 rimbalzi per una valutazione di 24. Alla Effe non bastano i 16 punti di Totè e Banks e i 15 ciascuno di Aradori e il rientrante Withers. In classifica i veneti salgono a quota 34 punti frutto di 17 vinte e 9 perse (11 vittorie nelle ultime 14), mentre gli emiliani rimangono fermi a 18 con 9 vittorie e 17 sconfitte.

Quintetti di partenza

Venezia schiera in partenza il consueto starting five con Clark nel ruolo di play, Tonut e Chappell esterni, Stone da quattro tattico e Watt sotto i tabelloni. La Fortitudo Bologna replica con Fantinelli in regia, Banks e Aradori come guardie tiratrici, Mancinelli e Cusin sotto le plance. Tante le assenze per entrambe le squadre: padroni di casa privi di capitan Bramos, Fotu e Vidmar , mentre gli ospiti devono fare a meno di Saunders e Hunt, ma recuperano all’ultimo Withers.

Primo periodo

Inizio di gara con gli attacchi ispirati 5-8 ospite con Cusin in evidenza. Venezia, però, trova un break di 8-0 con Watt, Tonut e Clark, 13-8 al 5’. La squadra di casa chiude avanti la prima frazione sul 22-16 grazie soprattutto al 6/12 complessivo dalla lunga distanza, al contrario degli ospiti che tirano 0/3.

Secondo periodo

Coach Dalmonte prova la carta del doppio playmaker con Fantinelli e Baldasso: mossa che produce gli effetti sperati per la Effe, 25-26 al 14’ con due bombe in fila di Withers. In questa fase della partita l’Umana è soprattutto Tonut; due bombe filate della guardia azzurra ridanno 6 lunghezze di vantaggio ai lagunari. La Fortitudo si affida a Pietro Aradori: l’esterno biancoblu mette il suo nono punto che vale il 38-38 al 18’. Ma il finale è tutto di marca orogranata e il tempo si chiude sul 46-40 con la tripla sulla sirena di Jeremy Chappell.

Terzo periodo

Il primo canestro è di Cusin, con la Fortitudo che trova anche la tripla del -2 grazie alla tripla di Aradori. Venezia si affida a Stone: un suo rimbalzi, un recupero e una tripla portano i veneti sul 52-45 al 24’. La Reyer alza il consueto muro difensivo e si porta per la prima volta in doppia cifra di vantaggio, ma la formazione di Dalmonte non demorde e rientra sino al -4 (60-56 al 28’) con il liberi di Toté. L’Umana, ancora con Tonut e Clark, aumenta i ritmi andando portandosi avanti sul 69-58. Il terzo quarto si chiude con tre liberi a bersaglio di Banks per il 69-61.

Quarto periodo

De Raffaele si affida agli italiani schierandone quattro contemporaneamente: Campogrande sigla la bomba del +11 e poi in sottomano il canestro del 74-61. Venezia vola via guidata dal solito straordinario Stefano Tonut. L’ultimo a mollare per gli ospiti è Banks: infatti una sua tripla porta la Effe sul -9 a 5 minuti dalla sirena finale. Negli ultimi tre minuti di gara Venezia amministra senza problemi il vantaggio e vince senza affanno la contesa. 92-76 il finale.

 

Commenta