Larry Miller, il CEO del marchio Jordan: Quando uccisi un ragazzo senza alcuna colpa

Larry Miller, il CEO del marchio Jordan: Quando uccisi un ragazzo senza alcuna colpa

Larry Miller, 72 anni, è il presidente del marchio Jordan e uno dei manager più apprezzati negli Stati Uniti

Larry Miller, 72 anni, è il presidente del marchio Jordan e uno dei manager più apprezzati negli Stati Uniti.

In un’intervista a Sports Illustrated, annunciando la sua autobiografia in uscita, ha svelato una storia molto privata risalente agli anni ’60, riportata da Andrea Marinelli sul Corriere della Sera.

Il 30 settembre 1965 sparò e uccise il 18enne Edward White per un regolamento di conti tra bande di Philadelphia, anche se la vittima si scoprì non essere legata in nessun modo a quelle questioni.

«Non c’era nessuna ragione valida perchè succedesse – ricorda Miller – penso a quello che ho fatto ogni giorno».

Miller aveva allora 16 anni, fu condannato e rimase in carcere sino ai 30. Da allora ha sempre tenuto segreta la vicenda costruendo una carriera manageriale straordinaria, ma «incubi ricorrenti ed emicranie così forti da spedirlo al pronto soccorso» lo hanno portato ad aprire quella pagina dolorosa del suo passato, come fece nel 2003 con la figlia Laila Lacy, co-autrice della sua autobiografia.

Commenta