L’agente di McKenzie Moore: Il licenziamento del giocatore non ha basi legali

Mario Scotti, agente di Moore, passa all'attacco

Mario Scotti, agente di McKenzie Moore, ha replicato al licenziamento del suo cliente avvenuto in giornata da parte dell’Anwil.

“È vero che Moore ha saltato l’allenamento di sabato ma non si sentiva bene e lo aveva comunicato al coach che gli aveva dato l’ok (partita col Trefl Sopot poi cancellata). Contrasteremo la decisione del club (annunciata sul sito ufficiale e sui social media senza comunicarla direttamente al mio assistito, almeno per ora) dato che questa rottura del contratto non ha basi legali per esistere”.

Commenta