La Torre e l’esperienza con il covid: Ora mi sento di nuovo bene, pronto ad allenarmi dentro casa

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Il capitano della Pallacanestro Cantù: Contagio? Mi sono talmente arrovellato invano per cercare una spiegazione plausibile, che dopo un po’ ho smesso di pensarci

Andrea La Torre, capitano della Pallacanestro Cantù, ha parlato della sua esperienza con il covid.
La Torre è uno dei positivi in casa Acqua S. Bernardo.

Questo un estratto delle sue parole a La Provincia di Como.

Covid.

Ormai da qualche giorno mi sento di nuovo bene e sono così pronto per tornare ad allenarmi seppur solo dentro casa. Mercoledì era tutto a posto, ma giovedì mi sono svegliato e mi sentivo strano. Ho così provveduto ad avvertire subito la società. Per un paio di giorni ho avuto febbre piuttosto alta, tipo anche 38.7, e mal di testa. Dopodiché il tampone ha evidenziato la mia positività al Covid, ma io ero già in isolamento da venerdì. non ho vissuto questi momenti né con ansia e neppure con apprensione. Non ho temuto, insomma, per la mia salute. Pensavo piuttosto al fatto che il dover star fermo per diversi giorni sarebbe stato un problema per la ripresa dell’attività.

Contagio.

Mi sono talmente arrovellato invano per cercare una spiegazione plausibile, che dopo un po’ ho smesso di pensarci. Forse è capitato andando a fare la spesa, chi può dirlo? Tra l’altro, dopo la positività di Smith, noi compagni di squadra che siamo stati a stretto contatto con lui ci siamo ancor più chiusi in casa evitando di mettere il naso fuori se non per la stretta necessità. Il nostro è uno sport di contatto, il contagio si è andato estendendo.

Commenta