La Stella Azzurra Roma vince per 68-74 e resta in A2, l’Allianz San Severo retrocede in Serie B

La squadra capitolina espugna il "Falcone e Borsellino" di San Severo per 68-74

La Stella Azzurra Roma guadagna la salvezza e la relativa permanenza in Serie A2 battendo in terra pugliese l’Allianz San Severo per 68-74. La squadra di coach D’Arcangeli ha giocato l’intera partita spingendo al massimo e riuscendo a contenere la reazione sanseverese sul finale. I gialloneri ritornano in Serie B dopo due partecipazioni consecutive nel secondo campionato nazionale, la squadra dauna è stata incapace di chiudere la serie di questi playout quando conduceva addirittura per 2-0, ma dall’altro lato la giovanissima ed arrembante Stella Azzurra ha ribaltato il tutto trovando tre vittorie consecutive che spediscono i pugliesi nuovamente in Serie B.
Primo quarto molto equilibrato, le due squadre si danno battaglia colpo su colpo sin dall’inizio. San Severo si affida a tutti gli interpreti in campo, la Stella Azzurra è invece guidata da Nikolic e Ndzie. La prima frazione termina sul 23-23.
Gli attacchi si inceppano nel secondo quarto, Roma spezza l’equilibrio con Marcius al 5′ per il 27-30 mentre l’Allianz Pazienza pasticcia vistosamente in fase offensiva. Ogide prova ad invertire il trend ma i capitolini si tengono avanti, seppur di poco, con Thompson e Pugliatti, al 19′ coach D’Arcangeli chiede timeout sul 31-34 ospite. I gialloneri continuano la diatriba col canestro, così Rullo e Marcius siglano il 32-39 che costringe coach Bechi alla sospensione a soli 12″ dall’intervallo lungo. Seconda frazione che termina sul 35-39 grazie alla tripla insaccata da Contento sulla sirena.
C’è confusione in campo al rientro dagli spogliatoi, è ancora Ogide a guidare i padroni di casa infilando la bomba del 22′ che vale il 38-39. Menalo e Giordano realizzano il 38-43 che porta ad un nuovo timeout casalingo al 25′. Nikolic rincara la dose, ma Contento dalla lunga distanza evita la fuga capitolina. La difesa foggiana, soprattutto a rimbalzo, concede troppe seconde occasioni ed è di conseguenza facile per i nerostellati trovare il +9 (41-50 al 28′). Le cose peggiorano per i padroni di casa per via dell’attacco a dir poco sterile ed insufficiente, Thompson e Ndzie sanciscono sistematicamente il 41-54 sul quale finisce il terzo quarto.
La Stella Azzurra cerca di mantenere il divario sopra la doppia cifra, coach Bechi al 32′ ricorrere ad minuto di sospensione sul 44-58 per cercare di rimescolare le carte. Clarke prova a ridare fiducia ai sanseveresi ma il solito Menalo vanifica il tutto con la collaborazione di Reale e Rullo. Il +16 a 5′ dal termine (49-65) mette i laziali in discesa verso il successo ma Clarke sale in cattedra e tutto da solo costringe coach D’Arcangeli al timeout sul 56-65 del 36′. Lo statunitense giallonero continua a bruciare la retina ospite e San Severo torna ad aver fiducia sul 59-65. Le speranze pugliesi si alimentano anche con i tiri realizzati da Ogide ed Ikangi ma tutto si conclude con un nulla di fatto, perché i padroni di casa ricorrendo al fallo sistematico mandano in lunetta Menalo e Rullo che dalla linea della carità sono infallibili e decretano la salvezza della Stella Azzurra Roma. La squadra capitolina espugna il “Falcone e Borsellino” di San Severo per 68-74.
Festeggiano i giovanissimi ed imprevedibili romani, che con ardore, grinta e determinazione hanno ribaltato con ampissimo merito una serie che li dava per spacciati davanti ad una squadra decisamente più esperta. L’assenza di capitan Di Donato ha privato la squadra di coach Bechi di una rotazione, ma questo alibi non giustifica sufficientemente quanto accaduto per i gialloneri.

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Stella Azzurra Roma 68-74 (23-23, 12-16, 6-15, 27-20)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andy Ogide 18 (5/9, 2/6), Rotnei Clarke 16 (2/3, 3/9), Iris Ikangi 11 (1/3, 1/6), Marco Contento 10 (1/1, 2/10), Chris Mortellaro 8 (4/4, 0/0), Marco Maganza 3 (1/2, 0/0), Riccardo Bottioni 2 (1/1, 0/1), Simone Angelucci 0 (0/1, 0/0), Michele Antelli 0 (0/0, 0/2), Michele Guida 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 21 – Rimbalzi: 23 7 + 16 (Andy Ogide, Rotnei Clarke, Chris Mortellaro 4) – Assist: 13 (Rotnei Clarke 6).
Stella Azzurra Roma: Leo Menalo 16 (6/8, 0/0), Roberto Rullo 12 (2/3, 2/5), Sandi Marcius 9 (3/4, 0/0), Stephen mark Thompson jr 8 (2/5, 0/0), Lazar Nikolic 8 (3/4, 0/0), Matteo Ghirlanda 7 (3/4, 0/2), Nicola Giordano 5 (2/4, 0/0), Thomas Reale 5 (1/1, 1/1), Kevin Ndzie 2 (1/1, 0/0), Fabrizio Pugliatti 2 (1/1, 0/0), Elhadji Thioune 0 (0/1, 0/0), Matteo Visintin 0 (0/2, 0/1).
Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 31 4 + 27 (Leo Menalo 5) – Assist: 8 (Roberto Rullo 3)

Commenta