La mamma di Denzel Andersson critica Bulleri: Se non sa sfruttare i giocatori al meglio è colpa sua

La mamma di Denzel Andersson critica Bulleri: Se non sa sfruttare i giocatori al meglio è colpa sua

L'attacco della Signora Kristina Andersson al coach che, secondo lei, non sa sfruttare al meglio i giocatori a disposizione, compreso il figlio

Kristina Andersson, mamma di Denzel Andersson, ha aspramente criticato coach Bulleri per l’utilizzo che fa del figlio.
Andersson sta faticando molto in questa sua prima esperienza in Italia ed è finito sotto la luce dei riflettori.

Su Facebook, sotto il post della sconfitta di Cremona, Kristina Andersson ha scritto una serie di commenti, soprattutto contro chi criticava il figlio.

“Dovresti chiedere al coach come vuole che i suoi giocatori giochino. Non criticate i giocatori. Loro fanno quello che gli chiede l’allenatore” ha scritto. “Se non sfrutta i giocatori al meglio, la colpa è dell’allenatore” ha continuato. “Lui è il miglior giocatore svedese ed un All-Star in Svezia ed Europa. L’allenatore fa un grosso errore a non utilizzarlo di più. Se lo potessi vedere giocare rimarresti scioccato. Non è colpa sua. E non è colpa degli altri giocatori. È colpa del coach. Deve fare i compiti a casa” ha scritto ancora. “E non dico tutto questo perché sono sua madre. Ma perché ho avuto un club di pallacanestro e posso leggere le partite. Lo giudico attraverso i miei occhi da allenatrice, niente di più” ha scritto. “Nella sconfitta (contro Cantù) non è stata colpa dei giocatori. È il coach che ha deciso di andare con due soli giocatori. Varese avrebbe dovuto vincere. Nessun dubbio. Ma i giocatori hanno fatto quello che il coach gli ha chiesto. Ed hanno perso”.

 

Commenta