La Germani Brescia saluta Sandro Bencardino

Bencardino è costretto a lasciare l’incarico per motivi personali

Germani Brescia comunica che Sandro Bencardino non ricoprirà più il ruolo di preparatore atletico della prima squadra. Arrivato a Brescia nell’estate del 2020, Bencardino è costretto a lasciare l’incarico per motivi personali. A Sandro, persona di grande spessore dal punto di vista professionale e personale, va il più sincero ringraziamento per l’attività svolta per la nostra società e i migliori auguri per il prosieguo della sua carriera.

“Abbiamo appreso da Sandro Bencardino questa decisione, legata a motivi strettamente personali, che lo costringono a fare rientro a casa – spiega Sandro Santoro, general manager della Germani Brescia -. Abbiamo apprezzato le enormi qualità professionali e umane di una persona che ha dato più del massimo nel periodo in cui è stato con noi”.

“La riteniamo una grossa perdita per le potenzialità che lo stesso Bencardino ha dimostrato di avere esercitando il suo lavoro, ma dobbiamo accettare la sua decisione perché nella vita, oltre alla professione, ci sono cose più importanti e non possono essere trascurate – conclude Santoro -. Questa sua scelta non fa altro che rafforzare le qualità di un uomo che ci auguriamo di poter rincontrare”.

“Sandro è un grande professionista, che tutti conoscevano e che anche io avevo il piacere di conoscere – il pensiero di coach Maurizio Buscaglia -. È stata una bellissima cosa trovarlo al mio arrivo a Brescia, dove si è creato immediatamente il giusto feeling, tanto sul campo quanto rispetto al metodo e al lavoro. Le scelte della vita talvolta sono complicate, ma capiamo e rispettiamo molto la sua. Per Sandro conservo un forte sentimento di amicizia e tanto rispetto”.

“Si tratta di una situazione nata improvvisamente, una questione personale che nulla ha a che fare con la professione – spiega Sandro Bencardino -. La famiglia per me viene al primo posto, soprattutto perché è la fonte della mia positività e negli ultimi 10 anni mi ha sempre sostenuto nello svolgere la mia professione ad altissimo livello in tutta Europa. Questo è un momento particolare in cui la mia famiglia ha bisogno di me, in una situazione del genere ho deciso di sospendere temporaneamente la mia professione, per poi ripartire quando la situazione lo permetterà”.

“A Brescia ho trovato delle persone che mi hanno dato tanto dal punto di vista umano professionale – conclude Bencardino -. Ho trovato grande professionalità, disponibilità, amicizia, come se fossi lì da tanti anni. Lascio qualcosa di veramente importante, spero che in futuro ci sarà la possibilità di ritrovarlo”.

Commenta