La Germani Brescia alla prova Olimpia Milano, un Golia che sembra invincibile

La Germani Brescia alla prova Olimpia Milano, un Golia che sembra invincibile

Sfida al vertice del girone A di Eurosport Supercoppa.

“Per battere una squadra come Milano è necessario essere al 100%. Noi ci stiamo avvicinando al 50% delle nostre potenzialità. Quindi… ” Aggiungete voi il finale alle parole che Vincenzo Esposito ha utilizzato martedì sera per inquadrare la terza sfida della Germani Brescia nel girone di qualificazione della Supercoppa italiana, quella da disputare contro l’Olimpia Milano.

Quella mostrata dal coach casertano nella sua dichiarazione è una necessaria dose di realismo. Milano, infatti, si sta rivelando un autentico schiacciasassi, capace di strapazzare senza appello le prime avversarie incontrate sul proprio cammino: l’Acqua S.Bernardo Cantù, incontrata due volte e seppellita di canestri in casa e fuori, e l’Openjobmetis Varese, a cui la squadra di Ettore Messina ha inflitto 110 punti sul proprio parquet.

Contro una squadra costruita per dominare il campionato italiano e competere con le migliori squadre europee nella prestigiosa e difficilissima EuroLeague, Brescia potrà provare a opporre le armi che sono a sua disposizione in questo momento, carattere ed esecuzione. Armi che fino a oggi le hanno permesso comunque di portare a casa due vittorie nelle prime due uscite stagionali.

LE INFO SULLA PARTITA | A|X Armani Exchange Milano-Germani Brescia si gioca venerdì 4 settembre alle ore 17.00 al Mediolanum Forum (Via Giuseppe di Vittorio, 6 | Assago | MI).

AVANTI PER LA PROPRIA STRADA | Voglia di ben figurare, orgoglio e desiderio di proseguire il proprio percorso di crescita: saranno questi gli obiettivi che la Germani cercherà di raggiungere ad Assago, affrontando la sfida con la consapevolezza dell’attuale divario che c’è tra le contendenti e con la freddezza di saper giudicare e mettere nella giusta prospettiva qualsiasi risultato dovesse maturare sul parquet del Forum.

Guai a fasciarsi la testa prima di essersela rotta, ma l’A|X Armani Exchange di oggi sembra irraggiungibile non solo per l’attuale Germani, ma per tutte le contendenti che prenderanno parte al campionato. D’altronde Brescia si presenterà al Mediolanum Forum con un roster sempre incompleto, privo di due pedine che saranno fondamentali negli equilibri della nuova stagione, e sempre alla ricerca di una chimica che migliora di partita in partita, ma che non può certo essere quella definitiva.

Oltre che con l’obiettivo di allungare le rotazioni, l’esordio di Daniele Magro in maglia Germani servirà anche a ingrossare le fila degli… ex di giornata. Contando anche il centro veneto, infatti, saranno ben 5 i giocatori che nel corso della propria carriera hanno indossato la maglia dell’Olimpia Milano: David Moss (dal 2013 al 2015), Luca Vitali (stagione 2008-2009), Christian Burns (dal 2018 al 2020), Giordano Bortolani (cresciuto cestisticamente nell’Olimpia, il suo cartellino è di proprietà del club biancorosso) e, appunto, Daniele Magro, a Milano nella stagione 2015-2016.

QUOTA 100 (E OLTRE…) | 101, 110, 102: se dovessimo mescolare il basket al gioco del lotto, questi sarebbero i numeri usciti sulla ruota di Milano. 101 punti contro Cantù nella gara d’esordio, anticipo dell’ultima giornata del girone, 110 sul parquet dell’OJM Varese e 102 al PalaBanco di Desio: questo il fatturato prodotto dall’A|X Armani Exchange, numeri che vanno sommati anche agli scarti rifilati agli avversari: 30 e 40 punti rifilati a Cantù nelle due partite , 33 a Varese.

Difficile non parlare di uno strapotere di una squadra uscita rafforzata in ogni reparto dal mercato estivo, che ha portato alla corte di Ettore Messina giocatori forti ed esperti del calibro di Gigi Datome, Kevin Punter, Zach Leday, Malcolm Delaney, Shavon Shields, Kyle Hines e il giovane talentuosissimo Davide Moretti.

Se a questi giocatori si sommano gli atleti confermati dall’Olimpia, da Sergio Rodriguez a Vladimir Micov, da Jeff Brooks a Kaleb Tarczewski, da Andrea Cinciarini a Paul Biligha, Riccardo Moraschini e Michael Roll, ecco spiegato perché il pronostico delle gare che saranno disputate contro Milano in partenza sembrerà sempre sostanzialmente chiuso.

Il basket ha già ampiamente dato dimostrazione di come i valori sul campo spesso non vengano sempre rispettati. L’Olimpia Milano, però, sembra davvero vestire i panni di un Golia invincibile: gli stimoli per provare a fermare lo schiacciasassi biancorosso sono tanti, il fatto che siano sufficienti per riuscirci, invece, è tutta un’altra questione.

LE PAROLE DELLA VIGILIA | Tocca a Giacomo Baioni, assistant coach della Germani, presentare la sfida del Mediolanum Forum: “Milano è una squadra molto concreta, molto forte dal punto di vista dell’impatto fisico. Hanno tanti muscoli e capacità di saperli usare. L’Olimpia ha un roster esperto nei ruoli chiave, con un grande potenziale nelle guardie ed estremamente versatile dai ruoli dall’ala piccola al centro. È una squadra dura, pronta a giocarsi una stagione di primissima fascia”.

“Difensivamente l’Olimpia sa quando deve aggredire le linee di passaggio e quando invece deve fare un passo indietro – prosegue Baioni -. Riesce a mantenere una costante pressione sulla palla e un’aggressività spiccata in qualsiasi scelta che fa nelle collaborazioni a due, non solo nel pick-n-roll. Ha un sistema di gioco ben oliato, con obiettivi chiari, e la grande percentuale nel tiro da tre punti è dovuta non solo alla qualità dei singoli, ma anche alla capacità di passarsi la palla e usare i vantaggi in maniera molto pulita e fluida”.

“Al di là degli scarti inflitti alle avversarie nelle prime tre gare della Supercoppa, si vede che Milano ha un nucleo di giocatori che lavora con grande durezza, al quale dobbiamo solo augurare il meglio per il cammino in EuroLeague, nella quale rappresenterà l’Italia – conclude il coach pesarese -. Per noi sarà un test molto difficile, perché ci confronteremo con un livello di fisicità e di pallacanestro di primissima fascia. Andremo lì a fare la nostra partita, consapevoli che quello che ci interessa è il percorso di crescita della squadra, che non può essere totale perché chi mancano due giocatori che potrebbero dare profondità e sviluppo al nostro gioco. Il fatto di giocare con Milano, però, deve essere un orgoglio per tutti e dovremo avere il piacere di confrontarci con i migliori: questo dovrà essere lo spirito con cui andremo ad affrontare la partita”.

GLI ARBITRI | La partita tra A|X Armani Exchange Milano e Germani Brescia sarà diretta da Gianluca Sardella di Rimini, Denny Borgioni di Roma e Sergio Noce di Latina.

TV E MEDIA | La gara del Mediolanum Forum sarà visibile in streaming su Eurosport Player. Sul sito di Pallacanestro Brescia sarà possibile seguire l’andamento della partita nell’apposito Live Blog.

Fonte: Ufficio Stampa Brescia.

Commenta