La FIP Lombardia unita con Cremona, Olimpia Milano, Cantù e Varese: più spettatori per la Supercoppa

La FIP Lombardia unita con Cremona, Olimpia Milano, Cantù e Varese: più spettatori per la Supercoppa

La FIP Lombardia, nella figura del presidente Bellondi, e quattro club lombardi (Olimpia Milano, Cantù, Varese e Cremona) lavorano per permettere un’affluenza maggiore dei 200 spettatori previsti al chiuso per la Supercoppa 2020 al via il 27 agosto

La FIP Lombardia, nella figura del presidente Bellondi, e quattro club lombardi (Olimpia Milano, Cantù, Varese e Cremona) lavorano per permettere un’affluenza maggiore dei 200 spettatori previsti al chiuso per la Supercoppa 2020 al via il 27 agosto.

Il presidente del Comitato Regionale Lombardia della FIP, Alberto Bellondi, e i GM di Olimpia Milano (Christos Stavropoulos), Pallacanestro Cantù (Daniele Della Fiori), Pallacanestro Varese (Andrea Conti) e Vanoli Cremona (Flavio Portaluppi, cuore pulsante dell’azione), hanno inviato al presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e all’Assessore allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi, una «richiesta formale di riapertura contingentata evento sportivo Supercoppa».

Nella comunicazione si richiede che alla manifestazione sportiva sia applicato l’articolo 1 Comma 6 del DPCM del 7 agosto 2020, che prevede: «in casi eccezionali per eventi sportivi che superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti al chiuso, il Presidente della Regione o Provincia autonoma può sottoporre specifico protocollo di sicurezza alla validazione del Comitato tecnico-scientifico ai fini dello svolgimento dell’evento».

Le società sportive sottoscriventi, tre nel girone A di Supercoppa (manca la Germani Brescia) e una nel girone B (la Vanoli Cremona), si impegnano nel sottoporre al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana un protocollo di sicurezza per aumentare il numero massimo di spettatori stabilito (200 in eventi al chiuso, ndr).

Commenta