La Cina ferma tutte le attività di squadra, la CBA non vuole fermarsi

La Cina ferma tutte le attività di squadra, la CBA non vuole fermarsi

Ritarda l’inizio della stagione ma la CBA non vuole fermarsi

La Cina, preoccupata dal coronavirus, ha deciso di fermare tutte le attività di squadra fino a data da destinarsi.
Questo perché è ancora alta la paura in Cina per la diffusione del Covid-19 nonostante i numeri dei nuovi contagi siano oramai quasi inesistenti (se veri).

Con un decreto governativo le squadre sia di pallacanestro che di calcio sono state fermate.

La CBA non ha però intenzione di fermarsi, almeno per ora. La lega attenderà qualche settimana prima di prendere una decisione definitiva sul prosieguo della stagione.

Intorno al 20 aprile è previsto un incontro con i team della CBA per valutare il da farsi.

Sono tanti gli USA ritornati in Cina e che sono sotto un regime di due settimane di quarantena.

L’inizio della stagione era previsto per inizio maggio.

Commenta