Jonathan Isaac: Dio ha le sue ragioni e io mi fido di Lui. Tornerò più forte di prima

Isaac durante i seeding games ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro

Jonathan Isaac, ala degli Orlando Magic,  parla con The Athletic del grave infortunio -rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro- che ha chiuso in anticipo la sua esperienza nella ‘bolla’, e torna sulla decisione di non inginocchiarsi durante l’inno insieme ai suoi compagni.

Sulla riabilitazione

“Ci sono cose che sto imparando da questo processo che non conoscevo prima. Ho raggiunto un altro livello di grinta, un altro livello di voglia di lavorare e un altro livello di fede che non sapevo di avere. Quindi Dio ha le Sue ragioni e, qualunque cosa accada, mi fido di Lui. E so che tornerò in campo e sarò più forte di quando me ne sono andato”.

Sulla scelta di non inginocchiarsi

“Tutti pensano alle soluzioni. I miei compagni si inginocchiavano e indossavano la maglia di BLM. E lo rispetto completamente. Questa è la risposta delle persone o di una parte delle persone che sta cercando di risolvere un problema o di rispondere a questa situazione. Io l’ho fatto a modo mio. So in prima persona cosa significa sottomettersi a Dio perché l’ho fatto io stesso. So cosa significa cambiare i cuori perché lo vedo ogni giorno. Mi occupo delle persone e vedo che la vita delle persone è cambiata, dagli spacciatori di droga agli imprenditori, dai drogati alle persone che cambiano la loro vita. L’ho visto in prima persona. E quindi conosco il potere di Dio. Quindi sto dicendo: ‘Rispetto la vostra risposta, ma sto dando la mia. Darò un’altra risposta alla situazione e al problema, e credo che questa risposta sia quella corretta, e puoi rispettarla, puoi dire che è quella giusta oppure no. Ma io sono libero di farlo”

Fonte: The Athletic.

Commenta