Itoudis: il mercato si fa in estate, ma dura tutto l’anno…

Il coach del CSKA: prima di ingaggiare Mike James, gli ho parlato e gli ho detto: "Sei un grande giocatore, sei diventato capocannoniere qua e là. Ma ora arrivi in una squadra vincente. Quindi sei pronto ad accettare certe cose? "

Dimitris Itoudis, coach del CSKA Mosca, ha rilasciato una lunga intervista al sito ufficiale di Euroleague.
Ne riportiamo alcuni passaggi.

“Una realtà della nostra professione è che i giocatori vanno e vengono. Il processo di rigenerazione costante della squadra è qualcosa che devi costruire durante tutto l’anno, il che non è facile, e le circostanze sono diverse ogni stagione. Il mercato è un processo che dura tutto l’anno: non si ferma mai. Non è solo qualcosa che accade durante l’estate. Una delle tue priorità principali è assicurarti di non essere colto di sorpresa, quindi devi conoscere tutti i termini di tutti i contratti Alcuni giocatori potrebbero avere buy-out o opzioni per andarsene, quindi devi essere sempre pronto. Per trovare giocatori, ci muoviamo in tutta Europa, negli Stati Uniti e in altre regioni e pensiamo sempre a cosa possiamo aggiungere per diventare più forti come squadra e come organizzazione. A volte le statistiche possono essere utili, ma dipende da cosa stai cercando. Se vuoi uno stopper difensivo, un guerriero, non avrà statistiche brillanti e i suoi numeri non ti aiuteranno. Ma quando hai bisogno di uno scorer o di un creatore, allora è giusto esaminare bene i numeri. Quindi i numeri possono aiutare, ma non sono affatto l’unico aspetto che cerchiamo.
L’onestà nelle trattative è fondamentale. Ad esempio, prima di ingaggiare Mike James, gli ho parlato e gli ho detto: “Sei un grande giocatore, sei diventato capocannoniere qua e là. Ma ora arrivi in una squadra vincente. Quindi sei pronto ad accettare certe cose? ” Gli ho detto che qui avrebbe dovuto sentirsi responsabile nei confronti dei compagni, degli allenatori e dei tifosi….I giocatori devono sapere che sarò onesto, anche se potrebbe non piacere quello che sto per dire. Devo dire loro la verità. A volte può essere brutale, ma è la verità e viene dalla mia anima, perché i giocatori devono sapere prima di venire qui cosa mi aspetto da loro.”

Fonte: Euroleague.

Commenta