In Virtus Bologna-Olimpia Milano la prima del virtual advertising in una partita LBA

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

In occasione del match della Segafredo Arena specifici effetti virtuali sugli spalti andranno a creare una coreografia che riempirà lo spazio solitamente destinato agli spettatori.

In occasione di Segafredo Virtus Bologna – AX Armani Exchange Milano
spazio agli effetti virtuali sugli spalti che andranno a creare una coreografia che riempirà lo spazio
solitamente destinato agli spettatori. Prodotta grazie all’accordo di LBA con il suo Advisor commerciale
Infront, che, sempre attento all’innovazione tecnologica nel settore dello sport marketing, introduce per la
prima volta nel campionato di basket di Serie A la tecnologia che permette di realizzare infinite soluzioni,
dagli spettatori virtuali a riproduzioni di loghi o immagini nei diversi momenti della partita.
Gli spalti della Segafredo Arena saranno animati con coreografie digitali realizzate con sofisticati
software, che permetteranno di visualizzare non solo i loghi delle due squadre e della LBA, ma anche il
title sponsor della squadra di casa. Una tecnologia non nuova per il mondo dello sport, che fa il suo
ingresso oggi nel campionato di basket di Serie A, segno della volontà di Lega di offrire ai club e agli
sponsor modalità sempre nuove ed efficaci per comunicare con uno degli sport più popolari in Italia e nel
mondo
“La tecnologia del virtual advertising si sta infatti affermando sempre di più e nel prossimo futuro
rappresenterà una costante in tutti i grandi eventi sportivi. Per questo motivo noi di Infront siamo in prima
linea nello sviluppo di questo nuovo mezzo di comunicazione, che può portare valore sia ai rights holders,
sia alle aziende sponsor” ha dichiarato Alessandro Giacomini, Managing Director di Infront Italy.
Appuntamento quindi alle 17 su Rai Due per scoprire in prima persona questa nuova modalità di
comunicazione, che promette di diventare una costante anche quando, finalmente, gli spettatori potranno
tornare a riempire di colore e passione i palazzetti di tutta Italia.

Commenta