Il sospetto di alcuni Sixers: Ben Simmons avrebbe finto un contatto COVID pre G7 con Atlanta

Il sospetto di alcuni Sixers: Ben Simmons avrebbe finto un contatto COVID pre G7 con Atlanta

L'australiano, riporta ESPN, avrebbe cercato di evitare di giocare l'atto decisivo della semifinale di conference degli ultimi Playoff

Indiscrezione pesante, quella di Ramona Shelburne di ESPN, riguardante Ben Simmons e la famigerata Gara 7 contro gli Atlanta Hawks: secondo la giornalista, alcuni membri dei Sixers hanno avuto il sospetto che l’australiano avrebbe cercato di mentire sulla vicinanza a un contatto positivo al COVID per evitare di giocare la partita, poi persa da Philadelphia nel finale anche per responsabilità dell’ex prima scelta assoluta.

Simmons non aveva partecipato allo shootaround pre partita affermando di avere avuto un contatto con una massaggiatrice della squadra, poi effettivamente positiva; ha poi regolarmente giocato dopo la negatività al test molecolare prima della palla a due. Il dubbio di alcuni membri della franchigia riguarda quindi l’effettiva “veridicità” dell’affermazione di Simmons

Commenta