Il Punto di Sportando | Le due grandi, Cinciarini e il segnale Cappelletti

Il Punto di Sportando | Le due grandi, Cinciarini e il segnale Cappelletti

Torna il Punto di Sportando, l’appuntamento di cui nessuno sentiva il bisogno

Torna il Punto di Sportando, l’appuntamento di cui nessuno sentiva il bisogno. Avviso ai naviganti, nel pomeriggio verso le 18 pubblicheremo la terza puntata del Power Rankings di Sportando sulla LBA che termineremo domani. Poi sarà il tempo di quello di EuroLeague.

Le due grandi

Esordio analogo per Olimpia Milano e Virtus, per quanto differente nello svolgimento, con ultimo quarto giocato secondo livello atteso.

Ma Ettore Messina e Sergio Scariolo ottengono risposte positive dai sistemi sotto esame. Perchè l’Olimpia vince con l’attacco, producendo un 6/7 da 3 che in pochi minuti ribalta il -11 con Brescia.

Mentre Sergio Scariolo, dopo un pessimo approccio di squadra, negli ultimi 5’ non concede canestri a Napoli mettendo in luce una fisicità assolutamente da EuroLeague. I bianconeri, peraltro, ancora una volta nel finale giocano con maggiore lucidità degli avversari. Era successo anche a Brescia.

Andrea Cinciarini

Tornato capitano di Reggio Emilia, il “Cincia” riparte da dove aveva finito. Si è parlato tanto in estate di un ruolo nuovo, di una squadra che dovesse un po’ affrancarsi dalla dipendenza grazie ad un roster più profondo.

E’ ovviamente presto per dire che il mondo sia identico al passato, ma a Treviso l’indicazione è chiara: 32’ in campo, meno del solo Kassius Robertson, e 26 di valutazione con 19 punti e 8 assist.

Alessandro Cappelletti

A tre stagioni dal primo assaggio con la Virtus Bologna, torna in Serie A Alessandro Cappelletti, ormai prossimo ai 27 anni.

Non un giovane dunque, ma un giocatore che certamente meritava una maggiore attenzione dalla massima serie viste le tre stagioni messe insieme in A2. Solo un anno fa, a Udine, valeva 12.9 punti, con il terzo posto nella lega per assist e il quinto per palle rubate.

Contro Brindisi concede 17 punti in 30’ con 3 recuperi e 8 assist. Verona ringrazia con una vittoria spettacolare, il basket italiano continuerà a seguirlo con curiosità.

Commenta