Il “Metodo-Biella” per gli allenamenti fa scuola

Il “Metodo-Biella” per gli allenamenti fa scuola

Il preparatore atletico dell'Edilnol Biella spiega il metodo di lavoro adottato

Sull’edizione biellese de La Stampa, il preparatore atletico dell’Edilnol Roberto Marocco racconta come il metodo di preparazione usato in casa Biella sia diventato oggetto di studio:

“Mi ha chiamato un amico come Roberto Iezzi, che lavora con l’Hapoel Gerusalemme, e ho raccontato come operiamo all’Edilnol dove, su questo tema che ora è di moda, siamo già abbastanza avanti”.

Il metodo

E il primo giudice è il giocatore stesso:
“Tutte le mattine compilano un questionario con domande su fatica, stress, qualità del sonno. E mezz’ora dopo ogni seduta, valutano l’impatto del singolo allenamento”.

“Io sono il tramite per l’analisi di tutte queste informazioni ­ che poi passo al capo­ allenatore. E devo ringraziare Galbiati per non aver mai programmato una seduta senza sentirci tutti. Ma ringrazio anche i ragazzi: i risultati sono
arrivati per la disponibilità di un gruppo che si trovava in sala pesi il sabato mattina per una seduta extra”. ­

 

Commenta