Il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni rigetta definitivamente il ricorso della Fortitudo

Il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni rigetta definitivamente il ricorso della Fortitudo

Si chiude il "caso Robinson"

Alle 16 di oggi – lunedì 19 luglio 2021 – avanti alla Prima Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI presieduto dall’Avv. Prof. Mario Sanino, alla presenza del Presidente della Victoria Libertas Pesaro Ario Costa, si è tenuto l’ultimo grado di giudizio di legittimità relativo alla partita vinta dalla VL Pesaro sul campo della Fortitudo Bologna in data sabato 10 aprile 2021 e impugnata dalla società emiliana che richiedeva la vittoria a tavolino per 20-0 assumendo l’indebito utilizzo del giocatore Justin Robinson.

Dopo i primi due gradi di giudizio favorevoli al club pesarese, a seguito dell’intervento della Fortitudo a sostegno dell’ennesimo ricorso e della successiva esposizione della Vuelle per il tramite dell’Avv. Maurizio Terenzi che ha sollevato questioni di inammissibilità e improcedibilità – eccezioni sulle quali si è associata anche la Federazione Italiana Pallacanestro con l’Avv. Giancarlo Guarino ed infine la stessa Procura Federale che a sua volta ha richiesto il rigetto del ricorso per motivi di improcedibilità ed anche associandosi nel ritenerlo infondato nelle questioni di merito – la Corte di Legittimità Federale ha totalmente rigettato la tesi sostenuta dalla Fortitudo che è stata altresì condannata al pagamento delle spese processuali. Pertanto con questa ultima decisione diventa definitiva la pronuncia della Giustizia Federale e pienamente valido il risultato acquisito meritatamente sul parquet dalla Vuelle.

Fonte: victorialibertas.it.

Commenta