Il basket italiano riparte con la prospettiva di un danno da 40 milioni di euro

Il basket italiano riparte con la prospettiva di un danno da 40 milioni di euro

Il pubblico resta un cruccio. Gianni Petrucci: Il basket si prenderà le sue responsabilità e punterà sulle porte aperte il più possibile

Danno da 40 milioni di euro. Questa la prospettiva per il basket italiano senza pubblico nella stagione che va a cominciare oggi.

Così Umberto Gandini, come ricordato dal Corriere della Sera: «un dato che sarà alleggerito dal credito d’imposta ottenuto dal Governo ma che resta un cruccio»

Il presidente di LBA sereno sulla cessione dei diritti in chiaro: «Resto fiducioso: sarà un’annata in crescita, non in difesa»

Gianni Petrucci non ha dubbi per il campionato: «Ciascuno si assumerà le proprie responsabilità. Il basket si prenderà le sue e punterà sulle porte aperte il più possibile: sennò non avrà futuro. Lo sport è come l’economia: anche da noi uno più uno fa due».

Commenta