Il basket italiano piange la scomparsa di Carlo Rinaldi

Il basket italiano piange la scomparsa di Carlo Rinaldi

Anconetano, ha allenato a lungo tra A1 e A2, guidando club come Forlì, Siena, Brindisi, Cagliari, Brescia e Pesaro

Il basket italiano piange Carlo Rinaldi. Anconetano, ha allenato a lungo tra A1 e A2, guidando club come Forlì, Siena, Brindisi, Cagliari, Brescia e Pesaro in due occasioni, nel 1971-72 e nel 1979-80.

A Forlì guidò Rudy Hackett, padre di Daniel, a Brescia, nel 1983-84 sostituì Riccardo Sales e il suo vice era Sergio Scariolo.

Anche agente, lo ricorda così Valerio Bianchini su FB: «Paolo Viberti,alla triste notizia della morte di Carlo Rinaldi, si rammarica, emozionandoci, delle tessere che via via restano vuote nella nostra memoria. Lo esorto alle parole di Nietzsche: “altri uccelli con ali più grandi e più forti delle nostre voleranno là dove tutto è ancora mare, dove tutto è ancora mare”».

Commenta