Happy Casa Brindisi, prima da ex a Sassari per Jason Burnell

Happy Casa Brindisi, prima da ex a Sassari per Jason Burnell

L’ala di DeLand, prima di sbarcare in Puglia, è stato uno dei giocatori più rappresentativi della Dinamo nelle ultime due stagioni

Per la prima volta da quando è approdato in Serie A, domenica Jason Burnell scenderà sul parquet del PalaSerradimigni con una maglia diversa da quella del Banco di Sardegna Sassari, avversario della sua Happy Casa Brindisi nella quindicesima giornata della Serie A UnipolSai 2022/23 e, soprattutto, sua squadra nelle ultime due stagioni.

Fonte: Legabasket

Dopo l’esperienza a Cantù e prima di sposare la causa brindisina infatti, per un biennio il classe 1998 di DeLand si è messo in luce in Italia difendendo in maniera brillante i colori della Dinamo, formazione con cui è riuscito ad approdare due volte alla fase a eliminazione diretta della Supercoppa Italiana, a raggiungere una volta i playoff di Basketball Champions League e le Final Eight di Coppa Italia e ad arrivare infine in una circostanza alle semifinali scudetto.

Anche grazie a questi risultati, il prodotto di Jacksonville State ha concluso le due annate con la compagine sarda totalizzando 889 punti, 473 rimbalzi e 249 assist in 83 presenze complessive in tutte le competizioni nazionali di cui 719 punti, 391 rimbalzi e 203 assist in Serie A.

Qui Burnell, autore in Sardegna dei suoi massimi in Italia per rimbalzi (12), assist (9), valutazione (35), nella prima delle due annate in maglia biancoblu ha anche fatto registrare le sue migliori medie di sempre nel torneo nostrano chiudendo a 12 punti, 6.6 rimbalzi, 3.4 assist e 1.1 recuperi, numeri grazie ai quali a fine anno è risultato il quarto marcatore, il secondo rimbalzista e il secondo assistman della squadra.

Attualmente Burnell, alla sua prima annata con la maglia dell’Happy Casa, non è molto distante da questi valori (11.4 punti, 5.9 rimbalzi, 2 assist e 1.1 recuperi) e, considerate le qualità individuali, la completezza e la capacità di alzare il rendimento quando le gare contano (vedi le cifre messe assieme negli ultimi playoff), è quindi realistico pensare che possa riuscire a ritoccarle verso l’alto nei prossimi impegni ufficiali a partire da quello contro Sassari, squadra a cui nel fine settimana, dopo i classici saluti e abbracci di rito, egli proverà come sempre a far male nell’intento di conseguire un nuovo successo.

Commenta