Giulio Cadeo nuovo coach di Corato

Giulio Cadeo nuovo coach di Corato

Già neroverde in qualità di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile, ricoprirà anche il ruolo di Capo Allenatore della squadra in Serie B.

Giulio Cadeo è il nuovo Capo Allenatore. Il Presidente Marulli ha scelto il successore dell’ormai ex coach Gesmundo. A Giulio il difficile compito di cercare di tenere il più possibile fuori dalla zona rossa la squadra neroverde e (chissà) sperare ancora nell’aggancio alla zona playoff. Il tempo a disposizione è davvero poco (9 giornate al termine); già domenica è attesa a Corato l’ostica formazione di Avellino, decisamente rinforzata dopo gli ultimi tre acquisti conclusi in settimana (Marchetti, Dilas, Stanzani).
Non ha bisogno di presentazioni Cadeo, capo allenatore nell’ultimo ventennio tra la Serie A e la Serie B della pallacanestro italiana (Varese, Chieti, Firenze, Castelfiorentino, Ruvo, Basket Nord Barese, Montichiari, Matera) e con trascorsi anche nelle nazionali giovanili; metterà a disposizione tutta la sua esperienza per cercare di invertire il trend negativo dei neroverdi.
Da inizio stagione Giulio ha sposato il progetto giovanile pluriennale neroverde, diventando il Responsabile Tecnico del Basket Corato e guidando le formazioni Under 13, Under 14 e Under 15. Il primo step, infatti, è stato quello di lasciare intatti i suoi impegni da Responsabile Tecnico e Capo Allenatore delle Giovanili a dimostrazione che il Presidente Marulli crede fortemente nell’intero settore.
Anzi, grazie al nuovo incarico rivestito da Coach Cadeo, sarà ancora più fortificato il legame tra prima squadra e settore giovanile. I giovani cestisti neroverdi avranno la possibilità di potersi allenare e confrontare con gli atleti della Serie B, di poter crescere cestisticamente ed umanamente insieme a loro e di poter aspirare, in futuro, a diventare giocatori di pallacanestro.
Questo è il credo della società neroverde, impegnata ormai a 360 gradi ad investire notevoli risorse su settore giovanile e minibasket; l’unica strada che possa portare ad un futuro neroverde lungimirante.

Fonte: Ufficio Stampa Corato.

Commenta