Gigi Datome: “Porto serietà, dedizione ed esperienza. Playoff di EuroLeague un obiettivo tangibile”

Foto Ciamillo-Castoria
Foto Ciamillo-Castoria

Ecco un estratto dall'intervista a Gigi Datome su SportWeek

Ecco un estratto dall’intervista a Gigi Datome su SportWeek.

Su Milano: «Non ho scelto Milano perché è in Italia, ma per il suo progetto tecnico, il migliore che mi è stato offerto. Quello del Fener era di pari livello e sarei potuto rimanere, ma nell’Olimpia ho visto una sfida: la possibilità di vincere trofei nel mio Paese, cosa che non ho mai fatto. In questo senso, la mia è stata una scelta facile»

Playoff di EuroLeague: “Potrebbe essere un bel risultato. Nel 2021 saranno sette anni di assenza di Milano dalla fase finale, raggiungerla significherebbe certificare la crescita della squadra a livello di risultati. Sì, i playoff possono essere un nostro obiettivo tangibile. Da quel punto in avanti, tutto quello che viene sarebbe guadagnato perchè sappiamo che ci sono squadre più attrezzate di noi”.

Su Ettore Messina: “Ha prima chiamato il mio agente, poi ha fatto una chiacchierata con me. E’ sempre guardarsi negli occhi e parlarsi. Mi ha chiesto di essere me stesso, aiutando il gruppo a crescere di livello. Mi ha voluto perché conosce le mie caratteristiche di giocatore e pensa che possano essergli utili. Vuole che continui a fare quello che ho sempre fatto, niente di più e niente di meno.”

Sul suo contributo: “Serietà e dedizione, cose che dovrebbero darsi per scontate. E allora porto il mio vissuto, gli anni di pallacanestro vissuti ad alto livello. Porto il mio mattoncino di esperienza”.

Fonte: RealOlimpiaMilano.

Commenta