Gigi Datome: Capisco l’impatto delle Final Four, ma l’importante è vincere lo Scudetto

Gigi Datome: Capisco l’impatto delle Final Four, ma l’importante è vincere lo Scudetto

Gigi Datome di Olimpia Milano: Il fatto che l'Olimpia sia nelle top 4 d'Europa e il Fener no, conferma che ho fatto la scelta giusta

E’ Gigi Datome l’ospite di Luca Chiabotti su Repubblica-Milano nella rubrica «Uomini e Canestri».

SUGLI OBIETTIVI

«Capisco l’impatto che ha avuto la conquista delle Final Four dopo 29 anni, ma non va dimenticato che l’importante è vincere lo scudetto. Fino ad oggi le cose sono andate meglio del previsto, sono felice di vivere questi momenti e di essere ancora in una squadra vincente. Cosa non scontata dopo aver lasciato il Fenerbahce: è cinico, ma il fatto che l’Olimpia sia nelle top 4 d’Europa e il Fener no, conferma che ho fatto la scelta giusta»

SU HINES E RODRIGUEZ

«Con Kyle ci siamo intesi subito al volo, forse per aver condiviso le stesse situazioni anche se in squadre differenti. È una presenza e ha una intelligenza che ti fa sentire più tranquillo e a tuo agio in campo. Giocare con Chacho è bello perché porta la sua energia nella quotidianità. Si vede che si diverte quando la squadra gioca bene e, anche in spogliatoio, la sua energia positiva è contagiosa. In stagioni con mille alti e bassi, tira su tutto il gruppo oltre ad essere un fuoriclasse»

SU OLIMPIA MILANO

«Tutti siamo consapevoli di quanto Milano sia un ottimo posto dove fare pallacanestro, non ci manca niente, l’organizzazione è perfetta, Riconoscerlo significa fare di tutto per meritarselo ed è quello per cui noi giocatori ci impegniamo ogni giorno. All’Olimpia ci sono le basi per ottenere davvero qualcosa di bello e importante ed è il motivo che mi ha spinto qui»

Commenta