Giachetti: “Passo il tempo studiando per diventare allenatore e dirigente”

Giachetti: “Passo il tempo studiando per diventare allenatore e dirigente”

Jacopo Giachetti è il capitano della Pallacanestro Forlì 2.015

Intervistato da Il Resto del Carlino, Jacopo Giachetti si racconta in questa fase lontano dai parquet:

Giachetti, come sta trascorrendo questa lunga quarantena?
“Insieme alla mia famiglia, fortunatamente. Trascorro insieme a loro di fatto ogni minuto della giornata, quindi il tempo passa tutto sommato velocemente e nel migliore dei modi. C’è sempre anche la parte sportiva, ovviamente, con allenamenti quotidiani, ma fondamentalmente mi godo moglie e figli”.
Riempie il tempo libero anche seguendo le sue passioni?
“Gira sempre un po’ tutto intorno al basket. Lo scorso anno, ad esempio, ho intrapreso la strada per diventare allenatore e dirigente sportivo. Sto seguendo entrambi gli aspetti, ben differenti e distinti tra loro, e ora ne approfitto per cercare di capire se davvero possono piacermi per un domani. È interessante e utile entrare nelle ‘menti’ di coach e dirigenza. È una cosa esplorativa per il momento, ma tra qualche anno dovrò inevitabilmente pensarci su”.

Oltre al basket, cosa le manca di più della vita ordinaria?
“Sicuramente uscire con gli amici, la classica cena in compagnia in cui ci incontravamo anche tra ex compagni di squadra. Da quando sono a Forlì, per dire, mi incontro spesso con Stefano Mancinelli della Fortitudo Bologna. Siamo cresciuti insieme e almeno una volta a settimana abbiamo l’abitudine di incontrarci con famiglie e amici.
Oggi è piuttosto strano e insolito non riuscire a raggiungerci, ma il momento è questo”.

Commenta