Germani Brescia e Geiger Italia Srl: una nuova partnership dal sapore internazionale

Germani Brescia e Geiger Italia Srl: una nuova partnership dal sapore internazionale

Germani Brescia è lieta di annunciare la collaborazione con il gruppo Geiger, impresa tedesca, fondata quasi 100 anni fa

Germani Brescia è lieta di annunciare la collaborazione con il gruppo Geiger, impresa tedesca, fondata quasi 100 anni fa, forte di un’esperienza trentennale nell’ambito di trattamento e gestione di rifiuti e, da alcuni anni, radicata nel territorio bresciano. Attraverso un accordo valido per la corrente stagione sportiva, l’impresa riveste per Pallacanestro Brescia il ruolo di Silver Sponsor.

“La motivazione che ci ha spinto a partecipare al progetto di Pallacanestro Brescia è il nostro rapporto con la terra bresciana – spiega il dott. Felix Seelmann, Amministratore Delegato della Geiger Italia -. Siamo infatti un’azienda che fa parte di un gruppo tedesco, ma che da qualche anno ha acquistato un impianto di trattamento rifiuti ad Agnosine, in provincia di Brescia: ci sentiamo dunque legati a questo territorio, al suo popolo e alle sue iniziative. Tra queste rientra il mondo della Germani Brescia: ci sembra un progetto molto importante, sia a livello sportivo, sia per gli alti valori che uno sport come la pallacanestro rappresenta”.

“Siamo molto contenti che Geiger entri a far parte della famiglia dei maggiori sponsor di Pallacanestro Brescia, soprattutto perché rappresenta un gruppo internazionale molto dedito al sistema ambiente – dichiara Mauro Ferrari, proprietario del club -. Conosco personalmente, da ormai una quindicina d’anni, il dott. Felix Seelmann, con il quale collaboriamo direttamente per il recupero di rifiuti prodotti dal termovalorizzatore A2A bresciano nella miniera di proprietà del gruppo Geiger, a pochi chilometri da Lipsia. La decisione del board tedesco di entrare a far parte degli sponsor di Germani Brescia è per noi molto importante, perché significa che c’è voglia di credere nel nostro progetto sportivo. Anche se questo inizio di stagione non è dei più favorevoli, avremo sicuramente modo di ripagare la fiducia”.

LA SCHEDA | GEIGER Italia Srl (già GTS Italia Srl) opera dal 1999 nel campo dell’intermediazione, in particolare nell’esportazione (trasporto transfrontaliero) di rifiuti, ed è oggi uno dei primari operatori nella gestione transfrontaliera di rifiuti in Italia. Dal 2008 la società fa parte del Gruppo GEIGER di Oberstdorf/Germania grazie al quale dispone di un network di impianti per il trattamento, il recupero e lo smaltimento di rifiuti in grado di soddisfare tutte le esigenze dei suoi clienti. Per offrire anche in Italia un adeguato servizio di trattamento rifiuti la società ha acquisito nel 2016 un impianto di miscelazione ed inertizzazione ubicato ad Agnosine (Brescia).

Il Gruppo GEIGER, fondato nel 1923, opera nel settore delle costruzioni (produzione di materiali da costruzione, realizzazione di edifici ed infrastrutture, risanamento di strutture e fognature, real estate) e dell’ambiente (demolizioni, bonifiche di siti contaminati, costruzione e gestione di discariche, gestione e trattamento di rifiuti) e genera con i suoi 3.000 dipendenti un fatturato di circa 600 milioni di Euro.

Gestione rifiuti | Nell’ambito della gestione di rifiuti ci occupiamo dei seguenti aspetti e servizi: consulenza per la gestione di rifiuti speciali pericolosi e non; campionamento ed analisi; individuazione degli impianti più idonei per il recupero / lo smaltimento; organizzazione della logistica; espletamento delle pratiche di notifica per il trasporto transfrontaliero; gestione integrata; scavo, movimentazione e confezionamento; trasporto (stradale, ferroviario, navale, intermodale); recupero/smaltimento in impianti di proprietà o di terzi.

Tipologia rifiuti: Rifiuti provenienti da processi termici (scorie, ceneri leggere e pesanti, polveri da abbattimento fumi, fanghi di lavaggio dei fumi); rifiuti provenienti dalla demolizione (terreni, detriti, macerie, rifiuti contenenti amianto/PCB o altro); rifiuti provenienti dalla chimica inorganica (fanghi galvanici, catalizzatori esausti, fanghi contenenti metalli pesanti, sali): rifiuti provenienti dalla bonifica di siti contaminati (terreni e detriti contaminati); rifiuti provenienti dal trattamento chimico-fisico e/o meccanico di rifiuti (miscele, rifiuti parzialmente stabilizzati, rifiuti pre-trattati); rifiuti provenienti dal trattamento e dalla depurazione delle acque.

Destinazioni: discariche superficiali, discariche sotterranee, miniere da ripiena, impianti di lavaggio, impianti di incenerimento/termovalorizzazione, impianti di desorbimento, impianti di inertizzazione e trattamento chimico-fisico.

Trattamento rifiuti | Ad Agnosine in Provincia di Brescia gestiamo un impianto per lo stoccaggio ed il trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non. L’impianto ha una capacità annuale di 65.000 t ed è autorizzato per le operazioni R12, R13, D9, D13, D14 e D15. I trattamenti possibili consistono in vagliatura, triturazione, miscelazione e inertizzazione. L’impianto è dotato di uno stoccaggio di oltre 6.700 mc e può ricevere rifiuti solidi, solidi polverulenti, fangosi e liquidi, sia confezionati che sfusi. I singoli CER autorizzati possono essere desunti dall’autorizzazione integrata ambientale nella sezione “Download”. Una volta trattati, i rifiuti vengono destinati ad impianti di recupero e/o smaltimento finale ubicati sul territorio nazionale o comunitario.

Trattamento sostenibile RSU | Ricorrendo alle più avanzate tecnologie meccanico-biologiche disponibili, proponiamo soluzioni studiate ed elaborate su misura per la gestione ed il trattamento sostenibile di rifiuti solidi urbani (RSU). I sistemi proposti sono modulari ed adattabili alle più svariate situazioni locali, con e senza produzione di biogas, con successivo recupero energetico termico ed elettrico o upgrading a biometano, con e senza la produzione di combustibili solidi secondari (CSS), con e senza la produzione di compost e/o fertilizzanti partendo da una frazione organica pulita e pretrattata, ottenuta tramite una tecnologia brevettata.

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Brescia.

Commenta