Germani Basket Brescia, Giacomo Baioni: E’ stata una stagione molto positiva

Germani Basket Brescia, Giacomo Baioni: E’ stata una stagione molto positiva

Le parole di Giacomo Baioni sulla pagina fb della Leonessa

Ecco le parole di Giacomo Baioni ospite insieme a Matteo Cotelli sulla pagina Fb della Germani Basket Brescia: «Chi sta lavorando per far ripartire la pallacanestro lo sta facendo in maniera costante, anche se temo che gli scenari futuri non dipendano da noi o da chi è chiamato a decidere. Per uscire dall’emergenza ci sono tempi tecnici che vanno rispettati e noi li rispetteremo». Questo il commento iniziale 

«E’stata una stagione molto positiva. Abbiamo sempre detto che ci premeva il come sarebbero arrivati gli eventuali risultati e siamo rimasti focalizzati sulla qualità del gioco e delle prestazioni. Da questo punto di vista, Brescia ha giocato una delle migliori pallacanestro in Italia. Abbiamo offerto prestazioni di altissimo livello, anche se nessuno può sapere dove saremmo potuti arrivare. Il bilancio resta assolutamente positivo per come è maturato il nostro cammino e anche per la consapevolezza che i giocatori hanno maturato di fronte ai cambiamenti significativi che ha portato l’arrivo di un coach come Vincenzo Esposito. Una squadra che è rimasta sempre nelle parti alte della classifica e che quando la stagione è stata interrotta occupava il terzo posto ha fatto il massimo e lo ha fatto in maniera corale. La divisione di competenze è sempre stata ben chiara all’interno di una squadra che non ha mai vissuto di 1-2 giocatori che le togliessero le castagne dal fuoco in ogni partita. Siamo stati una squadra di sistema. In certi momenti avremmo avuto bisogno di avere un po’più di profondità, un po’più di tonnellaggio in area, e forse avremmo potuto passarci la palla un po’meglio, anche se per mesi lo abbiamo fatto in maniera eccellente. Sugli interpreti, comunque, si fa fatica a metterci mano: avevamo giocatori dalle qualità eccezionali». Sulla stagione appena conclusa

«Speriamo di poter ricreare lo spirito di gruppo che c’era quest’anno. È stata alla base dei nostri successi: per quello c’è voglia di ricreare un gruppo così, che possa mostrare il proprio mordente e il desiderio di vincere ogni partita». Sulla prossima annata

«Vincenzo ha un bagaglio estremamente ricco, perché è una persona appassionata di pallacanestro  il pensiero di Baioni, che aveva già lavorato con Esposito a Caserta nella stagione 2014-2015. Con lui non c’è mai niente di scontato, ma c’è sempre qualcosa di diverso, anche nella richiesta. Dal punto di vista umano, ho ritrovato la persona che avevo già conosciuto. Vincenzo ha idee molto chiare sulla necessità avere uno staff suo, di lavorare con determinate persone, e ha trovato grande disponibilità in Matteo (Cotelli, ndr) e Gibo (Gianpaolo Alberti, ndr), che si sono inseriti senza alcun problema». Sul rapporto con coach Vincenzo Esposito e i suoi colleghi

«Credo sia difficile, anche dal punto di vista contrattuale. Anche qualora andasse tuto a posto dal punto vista sanitario, la cosa è border line tra una stagione che è finita e una che sta per iniziare. Apprezzo il tentativo di voler provare a finire in tutti i modi, ma mi rendo conto che sia difficile». Sulla ripresa dell’EuroLeague ed EuroCup

Commenta