Germani a Pesaro, Brescia cerca un successo per chiudere l’andata senza rimpianti

Germani a Pesaro, Brescia cerca un successo per chiudere l’andata senza rimpianti

Palla a due domenica 10 gennaio alle ore 18.00 alla Vitrifrigo Arena di Pesaro

La Serie A dei canestri arriva al giro di boa e per la Germani Brescia è tempo di conoscere il primo verdetto del campionato. Al netto dei recuperi che verranno calendarizzati nelle prossime settimane, infatti, al termine degli ultimi 40′ del girone d’andata conosceremo le squadre che parteciperanno alla Final Eight di Coppa Italia, in programma ad Assago a partire dal prossimo 11 febbraio.

La possibilità di catturare due punti che potrebbero essere decisivi per entrare nel novero delle otto partecipanti alle finali di Coppa Italia è solo una delle motivazioni che accompagnano la trasferta della Germani a Pesaro, dove la squadra di Maurizio Buscaglia affronterà una Victoria Libertas in grande forma e in pole position per un posto nella Final Eight.

Con la voglia di chiudere il girone d’andata senza rimpianti, facendo tutto quello che serve per catturare gli ultimi due punti in palio, alla Vitrifrigo Arena Brescia dovrà essere accompagnata anche dal desiderio di rivincita dopo gli ultimi due stop consecutivi, a Sassari e con Cremona, e dall’aspirazione di continuare a migliorare in vista di un girone di ritorno che i biancoblu dovranno affrontare con grinta e convinzione.

Carpegna Prosciutto Pesaro-Germani Brescia, gara della 15/ma giornata del campionato di Serie A, si gioca domenica 10 gennaio alle ore 18.00 alla Vitrifrigo Arena di Pesaro.

La sconfitta casalinga con Cremona ha lasciato tanta amarezza in casa Germani, ma non deve condizionare il cammino della formazione biancoblu, ancora a caccia di una nuova identità dopo l’approdo in panchina di Maurizio Buscaglia.

L’eventuale successo con Cremona avrebbe avuto un peso specifico importante, per di più alla luce di una gara dominata per 30′, ma l’esito finale della gara del PalaLeonessa A2A deve dare ai giocatori biancoblu ancora più fame e ancora più voglia di vincere.

Da questo punto di vista, la trasferta a Pesaro sarà un grande banco di prova per vedere se la Germani saprà girare pagina e riprendere il proprio cammino virtuoso, interrotto a Sassari alla fine del 2020 e non ancora ripreso.

A Brescia nessuno ha mai nascosto l’importanza di un’eventuale qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, il prestigioso evento che mette in palio uno dei trofei più importanti della stagione. Nonostante i soli 10 punti in classifica, la matematica lascia alla Germani più di una possibilità di qualificarsi all’evento di metà febbraio, purché la squadra sia capace di tornare dalle Marche con una vittoria, passaggio necessario per alimentare le speranze di qualificazione.

Nei quattro anni trascorsi dalla promozione in Serie A, la Germani è stata capace di centrare la Final Eight in tre circostanze, mancando l’obiettivo solo nel 2019 dopo aver chiuso il girone d’andata all’11/mo posto. Nel 2017 fu una vittoria al PalaGeorge di Montichiari con Pistoia a regalare a Brescia il pass per la kermesse di Rimini, terminata con la semifinale persa con la Dinamo Sassari.

Nel 2018, invece, Brescia chiuse il girone d’andata al secondo posto, prodromo della splendida cavalcata che al Mandela Forum di Firenze la portò a un soffio dalla conquista della Coppa Italia, finita poi nella bacheca della Fiat Torino. A febbraio del 2020, invece, la Germani arrivò a Pesaro forte del terzo posto conquistato al termine del girone d’andata, ma il cammino (proprio sul parquet della Vitrifrigo Arena di Pesaro!) fu bruscamente interrotto nei quarti di finale, dove maturò una cocente sconfitta per mano della Fortitudo Bologna.

Il rapporto tra la Germani Brescia e la Vitrifrigo Arena di Pesaro – un tempo conosciuta con il nome di Adriatic Arena – è assolutamente variegato. Tornata in Serie A dopo 26 anni di assenza, la Leonessa esordì proprio sul campo dell’allora Consultinvest, tornando a casa con una sconfitta (76-63).

La stagione 2017-2018 iniziò nello stesso campo di quella precedente, ma con esito diametralmente opposto: dopo una gara di grande sofferenza, la Germani riuscì a espugnare il campo di Pesaro (73-70), dimostrandosi più forte dei problemi del momento (Marcus Landry era volato negli USA per la morte del nonno e giocò qualche ora dopo essere atterrato in Italia) e iniziando la splendida cavalcata che la portò a confezionare una striscia di 9 successi consecutivi.

Nel marzo del 2019 la Germani centrò un altro successo sul campo della Vuelle (92-86, con 18 punti di Abass e 16 di Cunningham), mentre nella scorsa stagione la gara sul campo della Carpegna Prosciutto non fu disputata, complice la prematura interruzione della stagione sportiva per via del Covid-19.

Nella scorsa stagione, Brescia riuscì comunque a disputare una partita alla Vitrifrigo Arena di Pesaro. E, purtroppo, si trattò di una sola gara. Il bello e funzionale impianto della città marchigiana, infatti, ospitò la Final Eight di Coppa Italia, nella quale il cammino della Germani durò solo 40′, al termine dei quali la squadra, sconfitta dalla Fortitudo Bologna, fu costretta ad abbandonare la kermesse pesarese.

Espugnare il campo della Carpegna Prosciutto sarà tutt’altro che semplice. Messe alle spalle le ultime tribolate stagioni che l’avevano portata sempre a lottare per la salvezza e dimenticato l’infausto esito dell’ultima annata, cancellata dagli annali dagli effetti della pandemia, la Vuelle ha costruito una squadra ambiziosa che è destinata a lottare per stazionare nelle zone più alte della classifica.

L’arrivo di un allenatore esperto e vincente come Jasmin Repesa è la testimonanza della voglia del club marchigiano di tornare ai fasti del passato, con importanti prospettive che l’allenatore croato non sta certo deludendo.

La Victoria Libertas oggi occupa il settimo posto in classifica ed è reduce da tre prestazioni superbe: due di queste le hanno permesso di interrompere la striscia di 10 successi consecutivi dell’Happy Casa Brindisi e di centrare il successo ai danni di Trieste, l’ultima di competere fino alla sirena finale sul campo dell’A|X Armani Exchange Milano, che ha dovuto tirare fuori tutte le armi a propria disposizione per riuscire a domare il quintetto biancorosso.

Il roster della Carpegna Prosciutto è un ottimo mix tra giocatori di grande esperienza e giovani in rampa di lancio. Carlos Delfino, classe ’82, è la chioccia di un gruppo ben costruito, che trae ispirazione proprio dalla grinta dell’ala argentina.

Tra i giocatori della Vuelle spicca senza dubbio il rendimento di Tyler Cain, giocatore che lo scorso anno vestiva la maglia della Germani. Il centro statunitense, infatti, domina la classifica dei rimbalzisti della Serie A, garantendo alla causa una media di 9.3 rimbalzi a partita, abbinati a 12.7 punti di media a gara.

Il club marchigiano si è fatto trovare pronto anche nel momento della massima emergenza, arrivato con l’infortunio alla mano di Frantz Massenat (12.1 punti e 1.9 assist di media a partita): al posto dell’esterno statunitense, infatti, è stato prontamente acquistato Gerald Robinson, che in questa ha già affrontato (e battuto) la Germani indossando la maglia della Virtus Roma.

La gara della Vitrifrigo Arena sarà diretta da Manuel Mazzoni di Grosseto, Denny Borgioni di Roma e Alessandro Perciavalle di Torino.

La partita tra Carpegna Prosciutto Pesaro e Germani Brescia sarà visibile in diretta streaming su Eurosport Player. Sulla pagina Facebook ufficiale di Pallacanestro Brescia sarà disponibile la radiocroncaca web integrale della sfida.

Fonte: Ufficio stampa Brescia.

Commenta