Venezia vince nettamente gara 2 contro Schio e martedì ha il match ball scudetto

Venezia vince nettamente gara 2 contro Schio e martedì ha il match ball scudetto

Venezia vince anche gara 2 contro Schio con il punteggio di 72-52. MVP Elisa Penna che chiude la partita con 20 punti e 8/12 dal campo

Al Palasport Taliercio l’Umana Reyer Venezia batte in gara 2 della Finale Scudetto Femminile la Famila Wuber Schio per 72-52 al termine dell’ennesima sfida combattuta almeno per 20 minuti, giocata con un’incredibile intensità da entrambe le contendenti. Un successo che vale il 2-0 nella serie per le ragazze di coach Ticchi. Il match viene deciso soprattutto nella terza frazione dove Venezia prende il volo e vince il tempo per 21-7 e dal conto dei rimbalzi che vede prevalere le padrone di casa per 40-24. Protagoniste assolute del successo orogranata Elisa Penna che chiude la serata con 20 punti, 8/12 dal campo con 3 triple a bersaglio, seguita da Natasha Howard con 15 e 8 rimbalzi. A poco servono gli 11 punti di Sandrine Gruda e i 10 di Jillian Harmon. Si torna in campo per gara 3 martedì alle 19:30 al Palaromare di Schio.

Cronaca

Entrambe le sfidanti partono con quintetti molto fisici: Carangelo, Penna, Howard, Fagbenle e Petronyte per Venezia, Dotto, Mestdagh, Harmon, André e Gruda per Schio. Reyer subito avanti 8-5 al 3’ con Howard e Penna protagoniste. L’Umana pigia sulla’acceleratore correndo bene il campo e si porta sul 12-7 al 5’, ma Gruda e Mestdagh trovano in un amen il pareggio ospite. La Famila passa avanti con il canestro di Giorgia Sottana alla fine del primo quarto sul 17-18.

Seconda frazione che si apre con la tripla di Attura, la partita si alza ulteriormente di intensità con Venezia che ottiene un break di 10-0 soprattutto grazie a Pan e alla box & one di coach Ticchi. Andrè spezza il parziale delle lagunari con un canestro ravvicinato. La formazione di coach Pierre Vincent non si arrende e con la tripla frontale di Dotto trova i punti del -2 (29-27) al 17’ a cui risponde Elisa Penna con quattro punti in fila. Il primo tempo di chiude sul 33-29 per le orogranata.

Ad inizio ripresa arriva un canestro spettacolare di Carangelo, mentre si gioca con una intensità unica: Penna, Howard e Carangelo, con tre bombe in fila, confezionano il +13 (44-31) al 24’. Schio deraglia grazie o per colpa della difesa veneziana, Petronyte piazza anche il +17 con due canestri consecutivi. Dopo 5 minuti Gruda interrompe il parziale di 13-0 dell’Umana. La Famila chiude con solo 7 punti segnati nel quarto e un ritardo pesante di 18 lunghezze. Si chiude con i tre liberi messi a bersaglio dalla capitana di Venezia Martina Bestagno sul punteggio di 54-36.

Gli ultimi dieci minuti la formazione lagunare amministra senza troppe difficoltà il match nonostante Schio provi in tutti i modi a rientrare in partita con i punti di Sottana, ma Howard con cinque punti in fila chiude la pratica di gara 2. 72-52 il finale.

Commenta