Gandini: “Tra 18 mesi potremmo essere editori di noi stessi. Sport diventerà di nicchia”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Nel corso del suo intervento a Meet the Best, il presidente LBA ha parlato anche di televisione e diritti TV.

Il presidente della Lega Basket Serie A, Umberto Gandini, è stato protagonista di Meet The Best 2020 UnipolSai, il workshop organizzato da A Better Basketball sul tema “Basket: dal Covid al futuro” e già disponibile sulla pagina Facebook e il canale YouTube di ABB. Queste alcune dichiarazioni del presidente Gandini nel suo intervento in merito al tema della televisione e dei diritti TV.

“La pallacanestro in televisione è un sistema che ho ereditato. La strategia attuale della Lega è di trovarsi nel 2022, quando ci sarà il prossimo bando, in condizioni migliori rispetto a oggi. Potrà anche essere che l’esperienza maturata con Eurosport ci porti a diventare editori di noi stessi, consapevoli del fatto che oggi la maggior parte dello sport in televisione è a pagamento. Tolti i grandi eventi sportivi come Olimpiadi, Mondiali di calcio, Champions, tutti gli altri sport sono destinati ad essere prodotti di nicchia. E qui bisogna essere bravi a capire se è più facile aumentare la capienza della nicchia o se è meglio avere la propria fonte di trasmissione per poter avere una interazione diretta coi consumatori. È quello che dovremo decidere nei prossimi 18 mesi”, ha detto Gandini.

Fonte: Meet the Best.

Commenta