Gandini: “Sport vive momento drammatico. Interventi non hanno colpito nel segno”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Il presidente LBA invoca l’aiuto da parte del Governo.

Intervistato da Lady Radio, il presidente LBA Umberto Gandini ha lanciato l’allarme sulla situazione economica dello sport italiano, invocando l’aiuto del governo.

Lo sport sta vivendo un momento drammatico perché le società professionistiche di vertice che stanno continuando le loro attività sono partite con dei presupposti che dovevano essere leggermente più ottimistici di quelli che si sono rivelati. Stanno facendo un campionato quasi completo senza pubblico, non ci sono ricavi e interventi diretti di sostegno (…) Sembrava che con il ‘ristori 5’ e lo scostamento di bilancio di 32 miliardi che era stato votato come ultimo atto del governo Conte una serie di istanze del mondo dello sport fossero state prese in considerazione Sono sei settimane che c’è il governo Draghi e gli interventi diretti e i provvedimenti sui quali avevamo lavorato sono stati silenziati (…) Si parla di un provvedimento di sostegno che sarà presentato venerdì e le società di basket, di calcio, di rugby e di altri sport sono tutti in attesa di interventi diretti che fino ad ora non ci sono stati. La situazione è drammatica in prospettiva futura, perché è difficilissimo gestire il presente nella vita di tutti i giorni: purtroppo la pandemia è un fenomeno più grande del mondo dello sport, ma tutti gli interventi che sono stati fatti fino ad adesso sono stati a pioggia e non hanno colpito nel segno. L’attività sportiva che sta proseguendo, quella cosiddetta obbligatoria dei campionati di vertice, va avanti perché gli imprenditori e gli azionisti dei vari sport si stanno autotassando per continuare a mantenere viva la fiamma della disciplina sportiva in cui sono impegnati. Da parte del governo tante promesse e tante parole ma niente è stato fatto in maniera diretta“, ha detto Gandini.

Commenta