Gabriele Procida: La fiducia in me stesso non è arrivata subito. È tanto che ci lavoro

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole del giovane asso di Cantù: Sogno? Si deve sempre puntare allo scenario massimo. Nel mio caso è la NBA.

Gabriele Procida ha rilasciato un’intervista ad Andrea Barocci de Il Corriere dello Sport.

Il giovane gioiello della Pallacanestro Cantù è stato convocato da Meo Sacchetti per le prossime tre gare di qualificazione ad Eurobasket.

Fiducia.

La fiducia in me stesso non è arrivata subito, è tanto che ci lavoro e tanto devo lavoraci. Ora so quello che posso fare e lo faccio con convinzione.

Sogno.

Si deve sempre puntare allo scenario massimo. Nel mio caso è la NBA.

Musica preferita.

La trap è la musica di artisti americani a cui mi sono appassionato_ è più ritmata e piena di energia, la ascoltano tutti i giovani, E’ differente dall’hip hop perché è molto più veloce, le parole sono più scandite. Tante canzoni le scopro dai giocatori statunitensi di Cantù: le mettono in spogliatoio prima della gara.

Commenta