Monaco trionfa con Kazan conquistando così la sua prima EuroCup

Monaco trionfa con Kazan conquistando così la sua prima EuroCup

Monaco vince anche gara 2 della finale di EuroCup contro Kazan e si aggiudica il suo primo trofeo in questa manifestazione. MVP del match è Rob Gray decisivo ancora una volta con 25 punti e 20 di valutazione

Monaco vince anche gara 2 e conquista così la sua prima EuroCup superando alla Basket Hall Arena di Kazan l’UNICS per 83-86 al termine di una battaglia decisa solo nel finale grazie ai 25 punti e 4 triple a bersaglio di Rob Gray e allo straordinario apporto di Marco Knight con una doppia-doppia da 15+12 rimbalzi per una valutazione di 23. Ai russi non bastano i 16 punti e 10 carambole di John Brown e i 15 con 6 assist di un ottimo Jordan Theodore per evitare questa amara sconfitta.

Cronaca

Grande equilibrio nei primi 5 minuti di gara con Kazan avanti 12-10 con Klimenko e Antipov protagonisti, a cui risponde Bost con due tripla in fila. La formazione del Principato allunga sul 14-19 per merito della bomba frontale di Rob Gray, subito replicata da quella di Smith. I russi chiudono avanti la prima frazione di gioco, sul 26-24, grazie al jumper siglato allo scadere da Nate Wolters. Il secondo quarto si apre con l’ennesima tripla messa a bersaglio di Gray ma, dalla parte opposta, Cannan risponde con la stessa moneta. La sfida rimane equilibrata con la tripla di Theodore che vale il 34-33 al 15’ a favore dei padroni di casa. Entrambe le squadre si affidano costantemente al tiro dalla lunga distanza con i canestri di White da una parte e Bost e Gray dall’altra, ma l’equilibrio non si spezza fino al 18’ quando un Gray spaziale mette altri tre punti in faccia alla difesa russa per il +6 ospite. Ci pensa l’asse Theodore/Brown a riportare la contesa sul 47-48 di fine primo tempo. Avvio di ripresa con il Monaco che ribatte colpo su colpo ad un John Brown incontenibile, trovando canestri dagli uomini della panchina come Yeguete e Ndoye, 52-56 al 25’. La squadra del Principato prova a scrollarsi di dosso gli avversari, ma i russi con Theodore e compagni sono sempre ad una incollatura alzando l’intensità difensiva pur  sbagliando un paio di triple aperte. I liberi di White, il lay-up di Gray  e il canestro al vetro di Brown chiudono in sequenza il terzo quarto sul 67-66. In avvio di ultimo tempo, la formazione di Mitrovic sembra più decisa di quella di Priftis e produce un break di 2-9 firmato da Gray e Knight (69-75) al 34’. Kazan è soprattutto Jordan Theodore: l’ex Milano si carica sulle spalle la propria squadra e ricuce nuovamente lo strappo. La difesa dell’UNICS, se possibile, alza ulteriormente l’intensità e Monaco fatica per un paio di possessi a trovare la via del canestro, ma ci pensa, fino a quel momento, un silente Mathias Lessort aiutato da Marcos Knight ad allungare il vantaggio monegasco di sei lunghezze. La partita è una vera battaglia senza esclusione di colpi; Knight è ovunque conquista il suo decimo rimbalzo che gli vale la doppia-doppia. Ma Kazan non muore mai: arrivano 6 punti in fila di Smith per il pari 79 a 1’38”. O’Brien sigla il +2 per Monaco, pareggiato subito da Theodore.Entriamo nell’ultimo minuto di partita: prima Gray e poi O’Brien sbagliano il tiro, dalla parte opposta ancora un monumentale Smith piazza un canestro dalla media distanza in faccia a Lessort per il +2 UNICS a 15” dalla fine. Ancora O’Brien trova un canestro con fallo per un gioco da tre punti che ridà il +1 agli ospiti quando mancano 10” alla sirena di fine gara. Come da copione la palla va a Smith che però, questa volta, sbaglia la tripla della vittoria, Knight conquista il rimbalzo difensivo e subisce fallo che lo manda in lunetta. La guardia americana mette a segno entrambi i liberi che di fatto danno un successo storico a Monaco, rendendo inutile la preghiera finale di Smith. 83-86 il finale.

Commenta