FIBA e NBA: le differenze tra le leghe di basket più amate

FIBA e NBA: le differenze tra le leghe di basket più amate

Dall’America dell’NBA al “mondo” della FIBA: differenze e particolari delle due leghe di basketball più importanti.

Il basket, disciplina nota in italiano anche come pallacanestro, è uno degli sport più amati e seguiti al mondo: per questo motivo sono varie le organizzazioni che fanno capo a questo sport e che patrocinano eventi, tornei e campionati nazionali e internazionali oltre, ovviamente, a definirne regole e calendari. Le due organizzazioni principali in materia di basketball sono la FIBA e l’NBA: tutti le conoscono ma non tutti sanno quali sono esattamente le differenze tra le due leghe e i rispettivi tornei. Nei prossimi paragrafi scopriremo cosa cambia tra la Federazione Internazionale Pallacanestro e la National Basketball Association, dai paesi coinvolti alle regole specifiche.

Tanto per cominciare, FIBA è un acronimo che originariamente corrispondeva alla Fédération Internationale de Basketball Amateur, oggi ribattezzata in Fédération Internationale de Basketball o, in italiano, Federazione Internazionale Pallacanestro. Questa lega è stata fondata a Ginevra nel 1932 ed è a tutti gli effetti l’organo di governo del basket mondiale, senza contare che è l’unica organizzazione pallacanestro riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale.

La FIBA si occupa di basket nelle aree corrispondenti ai 5 continenti (Africa, America, Asia, Europa e Oceania) e organizza non solo i mondiali maschili e femminili ma anche il Torneo Olimpico e, come prevedibile, si interessa anche di stabilire le regole ufficiali del basket, dalle specifiche per l’attrezzatura alle regolamentazioni esecutive; gestisce inoltre gli arbitri internazionali e governa ogni competizione internazionale.

Una curiosità: per il 2022-2023 sia nell’elenco delle migliori 20 squadre femminili che in quello delle migliori 20 squadre maschili per la FIBA si posizionano al primo posto gli Stati Uniti, al secondo la Spagna e al terzo l’Australia.

L’NBA, invece, deve il suo nome alla National Basketball Association, ed è la lega professionistica che riunisce le 30 squadre appartenenti al Nord America (delle quali 29 negli Stati Uniti come i Chicago Bulls di Michael Jordan e una in Canada). Le quote NBA presenti sulle maggiori piattaforme di scommesse online infatti riguardano ognuna di queste squadre, dai celeberrimi Boston Celtics agli Orlando Magic e ai Miami Heat: tutti questi nomi sono sicuramente conosciuti dai tifosi americani e internazionali e concorrono al prestigio della lega stessa.

Quanto a popolarità e rilevanza, infatti, si può tranquillamente affermare che quello della NBA sia il campionato di basket professionistico maschile più famoso del mondo, oltre che tra i più amati anche oltreoceano e da noi in Italia.

 

 

Oltre alle differenze già elencate, infine, ci sono poi numerose particolarità tecniche che distinguono l’NBA dalla FIBA e i suoi Mondiali: ad esempio la durata delle partite nell’NBA è di 48 minuti e nella FIBA di 40 minuti e in entrambi i casi i match sono divisi in quattro quarti, di 12 minuti per l’NBA e di 10 minuti per la FIBA. Per la FIBA un giocatore che non palleggia o non passa la palla entro 5 secondi costituisce infrazione, mentre nell’NBA questa regola non è presente, oppure nella FIBA gli allenatori possono richiedere fino a 3 time out nei primi tre quarti della partita e due time out nel quarto periodo della sfida, mentre nell’NBA possono essere richiesti 14 time out in tutto, 7 per ognuna delle due squadre partecipanti.

Commenta