Eurolega, da un girone all’altro: boom di Milano e delle turche

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

La differenza tra le due classifiche “d’andata” e “di ritorno” in Eurolega.

Cinque giornate (più recuperi) alla fine della regular season di Eurolega, mai come quest’anno imprevedibile nella “new Era”. Fattore imprevedibilità che si può maggiormente notare mettendo a confronto la classifica del “girone d’andata” (le partite programmate dal Round 1 al 17) e del “girone di ritorno” (dal 18 al 29 appena trascorso).

A fronte di una prima metà di stagione che aveva visto CSKA, Real e Zenit grandi protagoniste, la seconda finora sta portando impresso il marchio di Efes, Fenerbahce e Milano. La squadra di Messina è una delle tre, insieme a Barcellona e Bayern, tra le prime otto sia nella classifica del girone d’andata che in quella (parziale) del ritorno. Di seguito il dettaglio (l’asterisco indica una partita da recuperare)

Euroleague StandingsRound 1-17

CSKA 14-3
Real Madrid 12-5
Zenit* 11-5
Barcellona, Bayern 11-6
Zalgiris, Valencia 10-7
Milano, Olympiacos 9-8
Baskonia, Efes 8-9
Maccabi, Fenerbahce, ALBA 7-10
Stella Rossa 6-11
Panathinaikos* 5-11
ASVEL 5-12
Khimki 2-15

Euroleague StandingsRound 18-29

Efes* 10-1
Barcelona, Fenerbahce, Milano 10-2
ASVEL, Baskonia, Bayern, 7-5
Panathinaikos* 5-6
Real, Valencia, Zalgiris, Zenit 5-7
Maccabi** 4-6
CSKA* 4-7
ALBA, Olympiacos 4-8
Stella Rossa 2-10
Khimki* 1-10

Commenta