Un’Olimpia sonnacchiosa fa il suo dovere con il Khimki: successo numero 17 in EuroLeague

Un’Olimpia sonnacchiosa fa il suo dovere con il Khimki: successo numero 17 in EuroLeague

84-74 il finale

Un’Olimpia sonnacchiosa, che gioca di fatto solo i primi 22′ contro un Khimki in disarmo, fa il suo dovere e ottiene il successo numero 17 nella sua stagione di EuroLeague. Per la prima volta dalla nascita della New Era, la squadra del Forum non chiuderà la stagione regolare con un record negativo.

Una gara al piccolo trotto per gli uomini di Ettore Messina, che toccato il +22 grazie ad un 15-0 a cavallo tra secondo e terzo quarto stacca la spina permettendo ai russi, privi di elementi importanti e con stipendi a singhiozzo, di rientrare fino al -8 nel finale.

84-74 il finale.

PRIMO QUARTO

Timeout Messina a 8.27. Khimki sul 6-2 con 4 di Mickey e 2 di Karasev. A 7.40 tripla di Datome per il 7-6. A 4’ Shields appoggia il 19-11 di massimo vantaggio. Una gara al piccolo trotto contro un Khimki privo, oltre che di gente come Jerebko, Booker, Timma e Jovic, anche della superstar Alexey Shved. Per il resto parla un record complicato e 16 ko in fila. Messina chiede massima presenza, l’Olimpia si affida all’attacco più che alla difesa, 29-26 dopo 10’. 9 di Shields, 6 di Datome 2/3 dall’arco. Per il Khimki 12 di Mickey e 7 di McCollum.

SECONDO QUARTO

Monia riporta sul 29-29 i russi, il Chacho e Datome rispondono con due triple per il 34-29, quindi l’alzata di Roll a Tarczewski per il 39-29 a 6.35. Datome allunga il parziale a 10-0, e sul 53-42 mette a referto il suo 14esimo punto. 56-43 a fine primo tempo, 12 di Shields, 8/12 da 3 di squadra. 21-11 a rimbalzo anche se Mickey è 14-6.

TERZO QUARTO

Milano che arriva con un parziale di 15-0 al 65-43 a 7’30’’, ed è quindi tempo di esordio per Jeremy Evans, che esce a 2.45 con 3 rimbalzi difensivi e 0/2 al tiro. Olimpia che toccato il -22 si ferma, con 3 soli punti in quasi 7’, e Khimki che rientra sul 68-56 prima del canestro del Chacho dopo importante rimbalzo offensivo di Shields. 70-56 alla sirena, 14-13 nel quarto.

QUARTO QUARTO

Olimpia sempre più al piccolo trotto, Khimki che mantiene il distacco sui binari della dignità. Una persa di Delaney vale il -13 russo a 7’, e a 4.19 Voronov appoggia il -11 sulla decima persa biancorossa. L’Olimpia ha abbassato i toni, e a 2.10 Bertans trova canestro e fallo con Hines graziato del tecnico per proteste. 79-71 da streghe o quasi, e allora alzata del Chacho per la schiacciata rovesciata di Tarczewski dell’81-71 a 1.41.

Commenta