Una sola squadra al comando al Forum: l’Olimpia Milano resta una meraviglia, Maccabi ancora ko

Una sola squadra al comando al Forum: l’Olimpia Milano resta una meraviglia, Maccabi ancora ko

87-68 il finale, sedicesimo successo stagionale, pareggiato il record del Cska in seconda posizione

Senza Zach LeDay, ma con il rientrante Vlado Micov, l’Olimpia Milano prosegue il suo cammino in stile “Coppa Italia ” dominando anche il Maccabi Tel Aviv, già sconfitto a domicilio nella gara di andata.

Una gara sempre al comando per gli uomini di Messina, che concedono solo 27 punti nel primo tempo, indirizzando il match sui binari a lei più congeniali dalla palla a due. Hines, Datome, Punter, Shields, Rodriguez, Micov: volti sempre diversi, a marchiare una gara fondamentale per la corsa playoff di entrambe.

Museruola a Scottie Wilbekin: 0 punti, 0/6 al tiro con 5 assist, 18′ in campo, il quarto quarto a guardare (scelta tenica?).

87-68 il finale, sedicesimo successo stagionale, pareggiato il record del Cska in seconda posizione.

PRIMO QUARTO
Olimpia Milano che concede solo 12 punti nel primo quarto, con canestro e fallo di Zizic a 3’’ dalla sirena. 21-9 il massimo vantaggio, 5 di Punter. Maccabi strozzato dalla difesa di Messina, e anche da percentuali pessime al tiro. 5/10 da 2 e 0/5 da 3. Nell’Olimpia, 2/3 dall’arco, si rivede anche Micov, che piazza subito una tripla dall’angolo.

SECONDO QUARTO

Quarto da 18-15 per Milano, che tocca anche il +15 dopo una bella giocata di Micov sul 35-20 a 3.13. Gioca bene la squadra di Messina, che tuttavia si ferma un po’ nel finale chiudendo il primo tempo sul 39-27. 9 di Punter, 6 di Hines, 4+5 per Shields, e il 19-17 a rimbalzo è certamente dato importante. Maccabi che punge con i lunghi, come atteso, con 6 di Hunter, 7 di Bender e 5 di Zizic, ma che si sblocca da 3 solo dopo 10 errori, chiudendo 1/13. Per Wilbekin 5 assist, ma 0/4 dal campo e 0 punti segnati.

TERZO QUARTO

Maccabi che parte con 5 punti di Jones nonostante due recuperi della difesa di Milano, 3 falli per Delaney e la tripla di Bryant dice 41-35 a 7.05. Timeout di Messina, e allora parziale di 9-0 in 1′ (due triple di Datome), 11-0 in 2′, e 4 in fila di Hines danno il nuovo massimo vantaggio sul 54.37 a 5.01. Il Maccabi trova il tiro da 3 (5/6 dopo l’1/13 dei primi 20′), non ne ha ancora da Wilbekin, e con i  9 di Micov e il jumper sulla sirena di Shields è 65-48 dopo 30′.

QUARTO QUARTO

Una tripla di Roll allunga il massimo vantaggio, 68-50 in apertura, poi Datome senza volere offre un’alzata per la schiacciata di Hines incredibile. E’ dominio Milano, che inizia ad allargare le maglie in difesa, ma controlla serenamente il vantaggio. A 5.47 Hunter segna 4 punti in fila, ma il Maccabi non trova continuità in un match fondamentale per la sua rincorsa playoff. A 4.22 il Maccabi arriva a -11 con Blazer, ma poi getta al vento il contropiede del -9. Hines rompe il parziale, Datome in entrata mette il 76-61 costringendo Sfairopoulos all’ultimo timeout. A 90” tripla della staff del Chacho, che supera quota 3.000 punti in EuroLeague, 82-66.

Commenta