Attacco anemico e troppe perse, Milano combatte ma cede il passo a Tel Aviv

Attacco anemico e troppe perse, Milano combatte ma cede il passo a Tel Aviv

Ottava sconfitta lontano dal Forum in stagione, quando si accende Wilbekin il Maccabi non molla più la presa

Tonfo esterno dell’Olimpia Milano che non sa più vincere lontano dal Forum (ottava sconfitta stagionale in Europa). Il Maccabi Tel Aviv si conferma al terzo posto, vincendo (69-63) una partita caratterizzata da punteggi bassi e qualche persa di troppo.

 

Milano parte anche bene, con Nemanja Nedovic e Amedeo Della Valle scava un solco iniziale che la squadra di Ettore Messina difende, nel primo tempo, con le unghie e con i denti. Già, perché l’attacco si inceppa a più riprese e non bastano i canestri di Sykes (unico altro giocatore con Nedovic in doppia cifra alla fine) a tenere la testa avanti.

 

Milano fa 14 perse e solo 5 rimbalzi offensivi, con Othello Hunter che da solo ne cattura 4. Poi inizia lo show di Scottie Wilbekin che inizia a segnare a raffica con i piedi oltre l’arco e chiude la sua partita con 22 punti. Biligha in difesa fa quel che può, ma quando il Maccabi mette la testa avanti non molla più la presa. E i ragazzi di Messina sono costretti ad alzare bandiera bianca.

 

[pb-game id=”421097″]

 

1° QUARTO

Sergio Rodriguez dalla panchina, buona la partenza Olimpia con la tripla di Nedovic e l’assist di quest’ultimo per Tarczewski, oltre a una buona difesa. Entra in partita anche il Maccabi dopo l’8-0 Olimpia, i padroni di casa con contropiede e rimbalzi offensivi dimezzano lo svantaggio, ma Scola va per la doppia cifra. Micov entra in partita: ispira la recuperata poi un assist per il Professore. 4 assist Milano, Maccabi che si fa valere nel pitturato. E’ botta e risposta. Tripla di Micov per il +5 (10-15), Milano 3/4 da tre punti. Entra il Chacho ma è ottimo l’apporto di Della Valle: canestro inventato e 2/3 ai liberi. Milano chiude avanti sul +6 (15-21) con il primo canestro di Rodriguez. Buon inizio per Milano, anche difensivo costringendo il Maccabi a tirare 1/6 da tre.

2° QUARTO

Un po’ di confusione ma Gudaitis c’è sotto i tabelloni! Primo punto, litigando ai liberi. Della Valle per il massimo vantaggio Olimpia (16-25), sette punti per l’italiano. 5-0 di parziale Maccabi, che si fa valere a rimbalzo in attacco e con Dorsey rientra in partita. Altra forzatura di Roll, sullo scadere dei 24”, Messina chiama time out per farsi sentire. Ma Dorsey continua ad essere fattore mentre l’attacco dell’Olimpia fa fatica. Milano tiene la testa avanti con tenacia, ma le due squadre faticano a trovare la via del canestro. Problemi di falli per i lunghi meneghini, ma anche il Maccabi litiga dalla lunetta. Torna a segnare Milano grazie a Luis Scola e alla tripla del Chacho. Milano chiude avanti il primo tempo (31-32), difendendo il vantaggio con le unghie e con i denti. L’emblema, due stoppate consecutive di Biligha su Wilbekin e Hunter!

3° QUARTO

Inizia male la ripresa: gioco da 4 punti di Wilbekin causa fallo di Sykes. Maccabi con la testa avanti per la prima volta nella partita. Milano si risolleva ma con Tarczewski si divora un canestro già fatto. E Wilbekin punisce. Time out Messina sul 42-36 che è massimo vantaggio Maccabi. Wilbekin on fire: terza tripla della sua partita per il +9. Pesano le perse per Milano, anche vicino a canestro. Sykes prova a sbloccare il momento difficile. Biligha anche in attacco, dopo tanto lavoro difensivo, due punti fondamentali. Milano sembra essersi ritrovata e arriva al -2 con il primo canestro da ex di Roll. Ma le 13 perse iniziano a diventare pesanti! Finisce con il Maccabi avanti di 4, Olimpia lì ma serve più fluidità offensiva.

4° QUARTO

Tripla di Roll per il -1, ma Wilbekin replica con la stessa moneta, poi con un altra bomba firma il +7 (58-51). Milano deve restare aggrappata alla partita. L’Olimpia trema, poi il Chacho firma il -6 con una tripla in transizione che è vitale per i biancorossi. Poi anche Sykes da lontano, due triple che costringono il Maccabi a chiamare time out. Milano torna a non segnare più, anche complice un mancato fischio, i padroni di casa nel pitturato e con i falli provano a chiuderla. Micov con la tripla in transizione. 66-60, c’è speranza per Milano e time out chiamato dal Maccabi. Invenzione Sykes!!! E’ -3 Milano, ma Wilbekin è immarcabile. Momento decisivo. Passi di Wilbekin e time out Ettore Messina. Sykes da distanza siderale, pallone che vede a malapena il ferro e Maccabi che la può chiudere. Hunter sbaglia i liberi, ma Milano non riesce a costruire un tiro veloce (Rodriguez a Biligha) e Milano esce sconfitta.

Commenta