La paura è passata, l’attesa è finita: Bayern ko, dopo 29 anni l’Olimpia Milano torna alle Final 4

La paura è passata, l’attesa è finita: Bayern ko, dopo 29 anni l’Olimpia Milano torna alle Final 4

Ettore Messina come Cesare Rubini e Franco Casalini prima di lui: 92-89 il finale, gara-5 è biancorossa

E’ durata 29 anni l’attesa dell’Olimpia Milano. E oggi, 4 maggio 2021, l’attesa è finita. I «men in red» tornano alle Final Four di EuroLeague. La squadra di Ettore Messina ha conquistato gara-5 al Mediolanum Forum d’Assago con un leggendario Shavon Shields: un nuovo capolavoro nella carriera di un coach leggendario, una nuova pagina di storia per il club. Il Bayern Monaco di Andrea Trinchieri esce con l’onore delle armi: 92-89 il finale.

La sfida termina 3-2 per l’Olimpia Milano, a Colonia l’avversaria sarà il Barcellona.

PRIMO QUARTO

Milano è contratta, il Bayern parte 2-8 e a 7.12 timeout di Messina. Due buone difese e una tripla di Delaney per dire che l’Olimpia c’è, con il sorpasso che arriva con una penetrazione di Shields a 1.48. Il Bayern martella da 2, prima con jumper dalla media quindi arrivando anche bene al ferro, per un 11/13 complessivo. Ma l’Olimpia è 3/4 da 3, e una tripla di Shields vale il 24-22 alla sirena.

SECONDO QUARTO

Olimpia che apre il quarto con un jumper di Datome uno Shields onnipotente per il 12-0 di parziale che significa 33-22 a 7.20 dopo un’invenzione del Chacho per Hines. Il Bayern prova a rientrare scontrandosi con Tarczewski, quindi sono nuovamente Shields e Datome a imporre il 50-40 dopo 20’. Bayern 0/4 da 3 ma 5 rimbalzi in attacco, Olimpia 7/12 da 3 dopo essere stata 6/9. 18 di Shields.

TERZO QUARTO

Vola Shavon Shields in un quarto dove l’ala tocca quota 30 e Milano anche il +17 sul 70-53. 10/18 da 3 per i padroni di casa, 8/11 dal campo per l’ex Trento con un 38 di valutazione da leggenda. Bayern che è 3/11 da 3 ma 21/32 da 2, e 9 rimbalzi offensivi garantiscono il 72-58 dopo 30’.

QUARTO QUARTO

Zach LeDay parte con un canestro pazzesco, ma il Bayern resta attaccato alla gara. Baldwin manca il -9, a 7.23 Hines va per il +13, poi stoppa clamorosamente Reynolds aprende al contropiede del Chacho per l’80-65 a 6.29. A 5.40 ancora HInes per il +16 (82-66), è però un’altalena con Baldwin a mettere il -10 (82-72) a 4.34, e Reynolds il -9 a 3.53 (83-74). E’ il momento della paura per MIlano, con la tripla di Sisko per il 83-77 a 3.35, che è anche un parziale di 11-1 per la squadra tedesca. A 3.07 Delaney colpisce da 3 e si ripete poi in penetrazione, Delaney la mette per il 91-79 a 1.18, Lucic non molla da 3 per il -9. e Reynolds schiaccia il -7. Ma succede di tutto, con tripla di Reynolds, rubata di Baldwin su rimessa, quindi fallo in attacco e a 12” recupero ancora Bayern. Hines ferma Baldwin per la contesa a 7.90”. La vince, e Shields va in lunetta a 5.80. Dentro il primo, fuori il secondo, la tripla di Zipser non è accolta.


IL PREPARTITA

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – FC BAYERN MUNICH (2-2)

Gara-5 ore 20.45, Mediolanum Forum

Arbitri: Radovic, Perez, Vilius

Injury Report Milano: –

Injury Report Bayern: Weiler-Babb, Dedovic

Ettore Messina

«E’ una Gara 5 e come tutte le gare decisive non resta molto da dire, dobbiamo solo andare in campo e giocarla con il massimo impegno e con decisione».

Andrea Trinchieri

«Il modo migliore per giocare una partita come questa è fare quello che hai fatto per tutta la stagione e ti ha portato sino a qui»

Commenta