Eugenio Dalmasson: La partita ha dimostrato tutte le difficoltà che immaginavamo

Eugenio Dalmasson: La partita ha dimostrato tutte le difficoltà che immaginavamo

Eugenio Dalmasson dopo il ko con Olimpia Milano: Milano quando sei meno lucido sfrutta i suoi giocatori che sono più forti e più alti, accentuando la tua mancanza di lucidità

L’Allianz Pallacanestro Trieste esce sconfitta dall’Allianz Dome contro la corazzata milanese, tra gli applausi del pubblico che apprezza il carattere messo in campo dai biancorossi.

Coach Eugenio Dalmasson commenta così il match nella conferenza stampa post partita:

“La partita ha dimostrato tutte le difficoltà che immaginavamo, loro hanno più esperienza e qualità, è una sfida impari però la squadra ha saputo soffrire e con tutte le energie sopperire alla mancanza di chili e cm in tutti gli scontri diretti. Questa è la cosa che ci portiamo come dote per quando ci scontreremo con squadre del nostro livello. È stata una prova dignitosa contro una squadra che ha dimostrato di essere di un altro livello.
Milano quando sei meno lucido sfrutta i suoi giocatori che sono più forti e più alti, accentuando la tua mancanza di lucidità. Questo è un aspetto che avevamo già sottolineato in settimana. Dovevamo sicuramente passarci di più la palla per avere meno pressione costante sui giocatori quando attaccavamo, ma Milano ti toglie lucidità e non è semplice affrontarli.
Adesso dobbiamo solo tornare a lavorare con qualità e al completo, che è la cosa più semplice ma che ci è mancata in settimana. Sono soddisfatto per stasera perché chi è andato in campo ha dato una mano e ci portiamo a casa quello che di buono che la partita ci ha dato. Pensiamo a lavorare per migliorare”.

 

Ai nostri microfoni anche Devonte Upson che ha concluso la gara con 11 punti e 8 rimbalzi:

“È stata una partita difficile loro hanno più giocatori in rotazione, a noi mancavano giocatori importanti ma siamo rimasti uniti e abbiamo cercato di dare tutto quello che avevamo e che potevamo.
Conoscevo i giocatori di Milano e le loro abilità, stasera ho affrontato Hines che è sicuramente tra i migliori in Europa nel suo ruolo e ho dato il meglio di me. Non mi interessa l’aspetto individuale, ho dato tutto per il bene della squadra e per aiutarla.
Adesso dobbiamo solo lavorare duro ogni giorno, tonare in palestra e faticare. Dobbiamo inserire i giocatori nuovi e recuperare gli infortunati. In questo modo sono sicuro torneremo presto alla vittoria”.

Commenta