Ettore Messina: Vogliamo proseguire la nostra marcia. 40 minuti di difesa costante

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Messina parla della sfida contro Brescia

La ventesima partita ufficiale della stagione, l’Olimpia la gioca alle 17.00 (diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player) contro la Germani Brescia, squadra affrontata due volte nella fase eliminatoria della Supercoppa e con un ampio numero di ex, Luca Vitali, David Moss, Christian Burns più Drew Crawford (in dubbio) e naturalmente Giordano Bortolani. Milano arriva a questa sfida cavalcando una striscia di sei vittorie consecutive in campionato che le hanno consegnato il primato solitario, ma anche reduce dalla trasferta di Valencia, dove ha giocato appena venerdì sera e quindi ha avuto pochissimo tempo per recuperare e preparare la partita. A Valencia, è rientrato Vlado Micov. Torna quindi anche l’obbligo del turnover di stranieri, tenendo conto che l’Olimpia è attesa dalla campagna di Russia in settimana, altre due gare in trasferta di EuroLeague nel quadro di un calendario in questo momento severissimo.

COACH ETTORE MESSINA – “Brescia, al di là dei problemi che ha avuto nelle ultime settimane, è una squadra dotata di talento e ben organizzata: lo sappiamo bene, perché l’abbiamo affrontata due volte in Supercoppa. In più rispetto ad allora ha recuperato i due lunghi che le mancavano. Per noi sarà importante avere continuità difensiva per tutti i 40 minuti e non solo sprazzi. Confidiamo nell’apporto della panchina, perché ovviamente avendo giocato venerdì sera avremo qualche giocatore inevitabilmente stanco. E’ una gara che ci teniamo a vincere, per proseguire il nostro cammino in campionato”.

GLI ARBITRI  Alessandro Vicino, Alessandro Nicolini, Gianluca Sardella.

Milano-Brescia Serie A Round 7: note, statistiche, curiosità da scaricare

LA GERMANI – Arriva a questa partita con un record di 2-4, ma non ha giocato in Eurocup nell’ultima settimana. Le novità rilevanti rispetto alla squadra battuta in Supercoppa sono i due lunghi, TJ Cline e Dusan Ristic. Cline (11.5 punti e 4.5 rimbalzi di media) è un’ala forte da Richmond che da quando ha terminato il college ha giocato soprattutto in Israele, all’Hapoel Holon. Ristic (9.3 punti e 6.2 rimbalzi di media) è un centro serbo che ha giocato ad Arizona prendendo il posto di Kaleb Tarczewski del quale è stato il cambio per due stagioni. Il primo realizzatore è il playmaker Kenny Chery, uomo da 13.3 punti e 2.7 assist con il 40.0% nel tiro da tre. La guardia Tyler Kalinoski ha il 62.5% da tre, ma ha saltato le ultime tre gare. In doppia cifra segna Drew Crawford (41.2% da tre), Chris Burns con 6.8 è il miglior rimbalzista della squadra. La vecchia guardia è formata da Luca Vitali, David Moss e Brian Sacchetti. La rotazione la completano Andrea Ancellotti e Giordano Bortolani.

I PRECEDENTI VS. BRESCIA – Nella storia Milano e Brescia si sono incontrate 35 volte con 28 successi di Milano e sette di Brescia. L’Olimpia è 16-2 in casa e 12-5 in trasferta. Il bilancio comprende la semifinale di Supercoppa 2018 che si è giocata a Brescia ma va considerata campo neutro, 81-59 il risultato a favore dell’Olimpia. Le squadre si sono affrontate due volte nei playoff scudetto. Nel 1981/82, quarti di finale, l’allora Cidneo proveniva dal campionato di A2. Il Billy vinse 2-1 nella sua corsa verso lo scudetto ma perse comunque a Brescia, 78-71. Nel 2018, l’Olimpia ha eliminato Brescia nella semifinale scudetto vincendo 3-1 con due successi in campo esterno con 24 punti di Mindaugas Kuzminskas in gara 4. L’unica vittoria di Brescia fu in gara 1 a Milano (85-82). Lo scorso anno Brescia ha vinto sia a Milano (73-65) che nella partita di ritorno (78-72). Quest’anno le due squadre si sono affrontate in Supercoppa con due vittorie su due dell’Olimpia.

LA BRESCIA CONNECTION – Luca Vitali ha giocato a Milano nella stagione 2008/09 ed è il detentore della terza prestazione realizzativa di sempre (era EuroLeague, dalla stagione 2000/01) di un giocatore dell’Olimpia nella competizione internazionale con 32 punti contro il Panionios ad Atene. Nessun italiano ha segnato più di lui in una singola partita. Luca Vitali è l’unico giocatore in attività che precede Andrea Cinciarini nella classifica degli assist nel campionato italiano. David Moss ha giocato a Milano due anni nelle stagioni 2013/14 e 2014/15, vincendo lo scudetto numero 26. Nel 2014 con l’Olimpia ha giocato i playoff di EuroLeague. Il terzo ex milanese è Christian Burns, che ha giocato a Milano due stagioni vincendo la Supercoppa 2018. Il quarto è Drew Crawford, che era a Milano la passata stagione, ma solo per le partite di EuroLeague. Infine, il quinto è Giordano Bortolani, ma è un ex particolare perché in realtà è alla Germani solo in prestito per questa stagione. Infine, Kenny Chery ha giocato allo State Fair Community College insieme a Kevin Punter, Dusan Ristic è stato per due stagioni compagno di squadra di Kaleb Tarczewski ad Arizona.

LE NOTE – Shavon Shields è andato in doppia cifra in tutte le partite giocate finora nel campionato italiano con un minimo di 12 punti segnati contro Roma ad un massimo di 24 segnati contro Trento. La striscia è arrivata a quota sei, a due gare di distanza dal suo record di otto gare di fila in doppia cifra nel campionato italiano che risale alla stagione 2017/18. Furono tutte le ultime otto della regular season. Shields è anche terzo dietro Luis Scola e Tyler Cain nella classifica della valutazione media. Zach LeDay è quinto. Tuttavia, parametrando la valutazione sui minuti giocati, proprio LeDay schizza al primo posto con 38.2 di valutazione ogni 40 minuti in campo e Shields sale al secondo posto con 34.7.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta