Ettore Messina: Delaney ora non c’è, non sappiamo quanto mancherà

Ettore Messina: Delaney ora non c’è, non sappiamo quanto mancherà

Ettore Messina commenta così il match che il Fenerbahce ha vinto contro la sua AX Armani Exchange Milano: È una di quelle serate in cui ti devi congratulare con i tuoi avversari perché hanno giocato meglio

Ettore Messina commenta così il match che il Fenerbahce ha vinto contro la sua AX Armani Exchange Milano: «È una di quelle serate in cui ti devi congratulare con i tuoi avversari perché hanno giocato meglio. Abbiamo fatto una buona partita, escluso alcuni minuti nel terzo quarto quando abbiamo perso qualche pallone di troppo. I nostri numeri offensivi sono di alto livello, i loro migliori. I rimbalzi sono stati la chiave della partita, con tre triple nei momenti chiavi su rimbalzi in attacco. Hanno meritato e non si può vincere, quando si concedono 100 punti».

Sul peso dell’assenza di Delaney a livello difensivo: «Non è per nulla una coincidenza. Malcolm è quello che iniziava tutti i possessi difensivi in una certa maniera. Ora non c’è, non sappiamo quanto mancherà. Il problema non è solo pressare la palla, ma essere poi pericoloso nella metà campo offensiva. E non è facile in Eurolega. Tutti dovremo fare uno sforzo, migliorando la nostra organizzazione difensiva e, magari, speculando su qualche marcatura. Chi può pressare possono essere i Punter, i Roll, lo stesso Shavon. Vedremo».

Sul mancato inserimento di Evans: «Si sta allenando. È stato fermo molto tempo, appena ci sentiremo sereni nel buttarlo nella mischia, lo faremo».

Commenta