Ettore Messina: Ci perdiamo in un bicchiere d’acqua

Ettore Messina: Ci perdiamo in un bicchiere d’acqua

Così Ettore Messina ha commentato la gara interna contro l’Asvel

Così Ettore Messina ha commentato la gara interna contro l’Asvel: “Congratulazioni all’Asvel. Noi ancora una volta abbiamo rimontato, abbiamo avuto un vantaggio, andando anche a +5, ma purtroppo un’altra volta le palle perse e gli errori al tiro ci hanno condannato, così come i tiri liberi, con il 2/8 nell’ultimo quarto. Fa parte del gioco, ma hanno pesato. È un po’ la storia di questa stagione in Eurolega”.

I problemi nei finali ed inizio gara: “Sono d’accordo che, anche stasera, escluso all’inizio e alla fine abbiamo fatto delle cose buone. Abbiamo una valutazione più alta di loro. Difficile comprendere perché, in determinati momenti della partita, giochiamo con una certa tranquillità e facendo buone cose. Poi ci perdiamo in un bicchier d’acqua. Succede molto meno in Italia, forse perché non troviamo difese così fisiche come in Eurolega. Peggiorando la qualità dei passaggi, il gioco offensivo si complica. In Italia, invece, siamo noi ad imporre la fisicità. Dobbiamo essere più forti mentalmente”.

Fallo antisportivo di Hines momento chiave? “Sono d’accordo, è stato un momento dove la partita è girata. Come quello in finale di primo tempo, quando non è stato un fischiato il fallo su Baron, di cui gli arbitri ci hanno poi detto di aver sbagliato, e loro hanno segnato da 3 punti”.

Il mercato: “Lasciamo stare il mercato, la questione è chiusa”.

Come vive il coach l’ultimo posto? “Ora abbiamo una partita a Reggio Emilia, poi dobbiamo preparare la Coppa Italia. Il fatto che io stia più o meno bene non conta. Questi alti e bassi non sono facili da gestire per la squadra. Non possiamo permettere questo ci tolga fiducia in campionato”.

La classifica: “Molto difficile ribaltare questa situazione”.

Commenta