È Rocky dei Denver Nuggets la mascotte NBA più pagata

Stipendio di 625mila dollari, 10 volte di più della media delle mascotte e solo 300mila dollari in meno del minimo salariale giocatori

È Rocky dei Denver Nuggets la mascotte più pagata della NBA, riporta Boardroom, con uno stipendio di 625mila dollari. Una cifra considerevole, dato che si tratta di soltanto 300mila dollari in meno del più basso minimo salariale visto in NBA nella scorsa stagione ($925.528) oltre che una cifra superiore a chi firma contratti two-way o dopo essere stato scelto al secondo giro del Draft.

Rocky è davvero ricco rispetto alle altre mascotte, dato che la media salariale di un elemento chiave dell’intrattenimento di una franchigia è di circa 60mila dollari all’anno.

Commenta