Dolomiti Energia Trentino, a Salvatore Trainotti e Luigi Longhi la “Retina d’Oro speciale” 2022

Dolomiti Energia Trentino, a Salvatore Trainotti e Luigi Longhi la “Retina d’Oro speciale” 2022

Salvatore Trainotti e Luigi Longhi sono i primi vincitori dei premi speciali dell’edizione 2022 della Retina d’Oro

Salvatore Trainotti e Luigi Longhi sono i primi vincitori dei premi speciali dell’edizione 2022 della Retina d’Oro.
Luigi Longhi presidente di Aquila Basket Trento e Salvatore Trainotti, General Manager e Direttore Generale Settore Squadre Nazionali della FIP, hanno ricevuto il premio a Trento questa mattina presso l’Aquila Store al quartiere “Le Albere” di Trento.

Nel consegnare la Retina d’Oro, il presidente della Retina d’Oro Mauro Rufini, ha così commentato: «Con questi due riconoscimenti abbiamo voluto premiare lo crescita e il grande lavoro e che la società di Trento, l’Aquila Basket ha compiuto nel giro di un decennio diventando una eccellenza nel panorama nazionale per i risultati ottenuti sia dal punto di vista sportivo che gestionale, attenta al territorio al sociale e ai giovani, divenuta da diversi anni protagonista e presenza vitale del nostro sport a livello nazionale».
Queste le parole del Presidente di Aquila Basket Luigi Longhi nel ricevere il premio: «Sono onorato e grato per il conferimento di questo premio che riconosce il senso del nostro impegno per il basket che esercitiamo nel territorio con forte senso di propositività. Abbiamo fatto in questi anni un incredibile cammino e ogni giorno abbiamo nuove sfide che vogliamo vincere per far si che il basket possa continuare a crescere sempre più. Questo è un premio che ritiro io ma che è condiviso con tutti coloro che a vario titolo si impegnano e lavorano giorno dopo giorno per questa società e per il territorio che rappresenta».
Il commento di Salvatore Trainotti: «Ricevo questo premio non per chi sono ma per quello che ho fatto, e quello che ho fatto l’ho realizzato grazie al sostegno, al supporto e al lavoro di tante persone in Aquila Basket. Sto affrontando quelli che per me sono gli ultimi giorni in questa società e penso che questo riconoscimento suggelli il percorso che insieme abbiamo affrontato in questi anni. Il divertimento e la passione per la pallacanestro sono elementi che non sono mai mancati, e che mi e ci hanno permesso di ripartire giorno dopo giorno con rinnovate motivazioni e stimoli a crescere e fare meglio, come individui e come club».
«Nel 2022 – ha proseguito Rufini – la Retina dopo le celebrazioni per il ventennale e la pausa forzata degli ultimi due anni per la situazione sanitaria, si avvia ad un nuovo percorso con altri importanti vincitori e nuovi progetti di sviluppo e promozione della pallacanestro e le sue eccellenze».

Commenta