Dimitris Itoudis via dal Cska a fine stagione? «Io ho più motivazioni di tutti»

Dimitris Itoudis via dal Cska a fine stagione? «Io ho più motivazioni di tutti»

Dimitris Itoudis commenta così il ko con Olimpia Milano, il primo per il Cska negli ultimi 11 anni: «Abbiamo avuto un brutto avvio, abbiamo concesso una facile circolazione di palla e accesso al ferro. E’ stato inaccettabile»

Dimitris Itoudis commenta così il ko con Olimpia Milano, il primo per il Cska negli ultimi 11 anni: «Abbiamo avuto un brutto avvio, abbiamo concesso una facile circolazione di palla e accesso al ferro. E’ stato inaccettabile».

Ma la lettura non è solo negativa: «Nei successivi trenta minuti abbiamo ottenuto una vittoria per 66-54, e dobbiamo ripartire da questo. Ho una spiegazione per il brutto avvio, ma ne parlerò con la squadra. Perchè credo ancora in questa squadra».

Incalzato dai giornalisti per la brutta prestazione: «Capisco che dopo le sconfitte emergano le preoccupazioni, nessun problema. Avete tutto il diritto di chiedere quello che volete. Dite che la squadra non ha fiducia? Mi state dicendo questo? E allora perchè siamo rientrati dal -20? Qualcuno ha giocato male, ma ci abbiamo creduto, non abbiamo perso di 30 o di 35».

«Abbiamo carattere, lo abbiamo dimostrato, se non lo vedete, se non capite che qualcosa è successo visto che siamo arrivati ad un 66-54 nei successivi 30’… Ho giocatori con carattere, dei combattenti».

Quindi, quando la conferenza stampa pareva conclusa, l’ultima domanda. Nei giorni scorsi Vladimir Gomelsky, giornalista televisivo russo e figlio del grande Alexander Gomelsky, avrebbe rivelato il probabile addio di Dimitris Itoudis a fine stagione.

Il collega russo in sala stampa, invece che citare Gomelsky, ha generalizzato parlando di “persone vicine alla società”, e chiedendo a Itoudis dunque un commento sulla notizia.

Il coach greco ha prima giocato sul termine “persone vicine alla società”: «Da chi è arrivata la notizia? Hai un nome? Un cognome? Cosa vuol dire vicino alla società?» e ha citato i massimi dirigenti del Cska, da Andrey Vatutin all’addetto stampa.

Quindi il commento: «Pensi che io mi arrenda? Io combatto. Combatterò tutto e tutti, ho più motivazioni di qualsiasi persona dentro e fuori questa sala stampa. Ho vinto tanto, ma i titoli ora li metto da parte, le motivazioni sono alte».

Commenta